Simeone, ogni gol è costato 3,8 mln. Corre più dei ‘big’, tira come Mertens, poi…

Simeone, ogni gol è costato 3,8 mln. Corre più dei ‘big’, tira come Mertens, poi…

I numeri dell’attaccante argentino arrivato in estate: quattro le reti messe a referto fino a ora

di Giacomo Brunetti, @gia_brunetti
Simeone

Scannerizziamo Giovanni Simeone. Un calciatore, al momento, rivelatosi dalle due facce per la Fiorentina. Almeno in zona realizzativa, i risultati attesi erano sicuramente di altro tipo. Analizziamo però i numeri e i dettagli dell’argentino, le cui reti – quattro in dodici presenze, non ha saltato neanche una partita – sono ‘costate’ alla società viola 3,750 mln di euro, escludendo i bonus presenti nell’accordo tra Genoa e Fiorentina.

Cinque gli assist totali messi a referto, gli stessi di Mauro Icardi, ma un numero inferiore, ad esempio, a Ciro Immobile. Le squadre davanti creano molto di più dei gigliati, con Simeone ingabbiato, almeno nelle prime partite, in una solitudine spaesata e sterile. Confrontando i suoi dati con gli attaccanti ‘big’ della Serie A, il numero 9 viola vince il confronto per km percorsi a partita: 10.614, tantissimi se pensate che l’unico che regge il duello (tra i centravanti) è proprio Immobile – distante di 0,136 – facente parte di una squadra dall’alta media in questo campo.

Impietoso, invece, paragonare i tiri effettuati: quelli del Cholito sono 27, due in meno rispetto a quelli di Federico Chiesa, ma gli altri attaccanti sono su un altro livello. E, non a caso, lo testimonia anche la classifica marcatori. Immobile (43), Dzeko (47), Dybala (43), Icardi (34) e Mertens (34, con Insigne addirittura a 48) sono su un altro piano. Solo Kalinic e Higuain perdono rispetto al giocatore della Fiorentina. Tutto figlio della coralità. E in tal senso, anche le statistiche riguardanti le “occasioni dal gol” sono inferiori, con Immobile e Dzeko che quasi raddoppiano le 24 di Simeone.

996′ giocati in questo campionato, sempre da titolare, è stato sostituito quattro volte. Quando ha segnato, la Fiorentina ha vinto due volte e perso altrettante. La mira lo ha portato ad avere circa il 38% di precisione tiro, mentre ha vinto il 24% dei duelli – vincendo solo l’8% di quelli aerei, dove vanno considerate la stazza e le caratteristiche di Simeone – e accumulato il 67% di passaggi corretti.

Un po’ di dati del numero 9, ancora alla ricerca della giusta alchimia sulle rive dell’Arno.

VNCONSIGLIA1

Della Valle e il passo del cavallo

Saponara e quello scambio con Valdifiori via social

Hagi verso il prestito, lo vuole il Pescara

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Up The Violets - 2 anni fa

    A me questo articolo fa veramente sorridere. Tanti paragoni tra Simeone, Mertens, Immobile, Icardi, Dzeko, Dybala (eh?!?!?) ecc. e ci si dimentica (giusto un piccolo accenno) della comparazione più importante, forse dell’unica utile in questo caso. Ossia di paragonare questa Fiorentina al Napoli di Mertens, alla Lazio di Immobile, all’Inter di Icardi, alla Roma di Dzeko, alla Rube di Dybala (eh?!?!?) e così via, tanto per qualità dei compagni di squadra quanto per bravura dell’allenatore.
    Fra un numero e l’altro vi siete mica resi conto che Simeone (non un fenomeno, per carità, ma un talento giovane, troppo giovane per assumersi le responsabilità che qualcuno vorrebbe dargli) è un finalizzatore puro e quelli che gli dovrebbero fornire qualche pallone giocabile sono Chiesa (uno che per caratteristiche abbassa la testa e non la passa MAI), Thereau (una punta, atipica ma pur sempre una punta) e Benassi (ottima mezz’ala ma solo di corsa, non un giocatore dai piedi buoni come quel Borja Valero che i leccavalle ed il loro ottimo d.s., unici nell’intera Via Lattea, davano per finito perché guadagnava “troppo”)?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ottavio - 2 anni fa

    A me non piace, ma alla fine avrà fatto 12-14 gol e quindi il suo l’avrà fatto.
    Io non lo vedo nemmeno come seconda punta, e a parte il fatto che con due punte non gioca quasi nessuno mi sembra che sia bravo solo in area di rigore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Gaetano - 2 anni fa

    A parte Dybala, che tra l’altro non è una 1° punta, gli altri sono molto più vecchi dei 22 anni di Simeone. Sarebbe interessante un paragone alla loro età. Detto questo, per me Simeone non è una prima punta, sarebbe l’ideale insieme a Babacar in un 3-5-2 o 4-4-2. Come si fa a dire ogni gol di Simeone è costato 3,75 ml? Ma è già finita la carriera di Simeone nella Fiorentina!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy