Semplici a VN: “Bernardeschi può consacrarsi, dispiace per Capezzi, sul mercato…”

Semplici a VN: “Bernardeschi può consacrarsi, dispiace per Capezzi, sul mercato…”

L’attuale tecnico della Spal ed ex guida della Primavera viola Leonardo Semplici ha parlato di alcuni giovani, come Lezzerini, della Fiorentina e del mercato

di Federico Gennarelli, @F_Genna88

Leonardo Semplici, ex allenatore della Primavera viola nelle stagioni 2011/’12 e 2012/’13, ha ricevuto nei giorni scorsi un prestigioso riconoscimento dall’AIAC, che lo ha inserito nella classifica degli otto migliori allenatori di tutte le categorie italiane della scorsa stagione – LEGGI QUI – grazie alla promozione in B con la sua Spal. Violanews.com lo ha contattato in esclusiva, chiedendogli anche un parere sulle attuali mosse di mercato viola, anche inerenti il settore giovanile.
Che effetto fa essere fra i migliori otto in Italia, in una classifica dove c’è anche un certo Allegri?
“Sicuramente è motivo di soddisfazione essere non dico accostato, ma essere nella classifica dei migliori allenatori d’Italia nell’annata è un riconoscimento al lavoro non solo mio ma anche dello staff, della società e dei miei giocatori”.

Come giudica il mercato che la Fiorentina sta portando avanti?
“Credo sia un buon mercato, anche se credo che qualcuno debba ancora arrivare. Penso che i viola debbano operare qualche cessione, anche importante, per fare un mercato ancora più decisivo. A quanto leggo il budget non è illimitato e quindi bisognerà andare a vendere qualche giocatore, è una mia impressione”.

Per quanto riguarda tanti giovani italiani – che lei conosce bene – come Capezzi e Madrigali: secondo lei la Fiorentina avrebbe dovuto valorizzarli meglio?
“Sono ragazzi che sono cresciuti nel settore giovanile della Fiorentina: pensavo che la società potesse fare una scelta diversa. Dispiace perché sono prodotti del vivaio e credo che la Fiorentina abbia fatto tanto per loro. Nel momento in cui avrebbero potuto fare il salto di qualità, come Capezzi ha fatto con il Crotone e avere un ruolo nella squadra, la società ha ritenuto utile fare altre scelte”.

Lezzerini è pronto per giocarsi le sue chances?
“Secondo me dovrebbe fare un’esperienza in Serie B per giocare con continuità. Sono tre anni che non gioca titolare in una squadra, magari ha le qualità ma gli manca proprio il campo. Non giocare con continuità per un portiere è deleterio, anche se ha mostrato di essere migliorato in queste amichevoli. Proprio per il valore che ha il ragazzo penso che sia meglio fargli fare un campionato in Serie B dove possa giocare con continuità e tornare con maggiore esperienza”.

Per Bernardeschi si prospetta un anno che può essere migliore del precedente?
“Quest’anno ha dimostrato grande valore, è un ragazzo giovane e ha ancora margini di miglioramento, sotto l’aspetto fisico, tecnico e tattico. Quest’anno mi auguro e penso possa essere quello di una consacrazione rispetto all’anno passato”.

Vorrebbe qualche giovane della Fiorentina per la sua Spal?
“Abbiamo parlato con la Fiorentina e con Corvino, ma non c’erano profili che potevano servire alla Spal. Sui ruoli che ci hanno proposto eravamo coperti e non abbiamo fatto alcun tipo di accordo. Rimane sempre la stima mia da parte della società e quindi sono convinto che se non sarà quest’anno potrà essere il prossimo anno in cui faremo qualche accordo interessante, per qualche giovane o qualche giocatore più importante, sempre se riusciremo a mantenere la categoria”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy