Purple rain – Due motivi per essere preoccupati

Purple rain – Due motivi per essere preoccupati

La Fiorentina perde con l’Atalanta e Alessandro Rialti trova due giuste ragioni per tornare ad essere preoccupati per il proseguo della stagione

di Alessandro Rialti

Ci sono almeno due motivi per essere preoccupati. Il primo è tutto viola, la gara con l’Atalanta ha spiegato senza mezzi termini che la Fiorentina non è «guarita». Senza errori arbitrali, senza decisioni o assenza del Var, semplicemente la squadra di Iachini si è letteralmente squagliata. Brutta gara, anemica, viva solo in Chiesa e in parte in Castrovilli. Questa Fiorentina non basta a dare garanzie. Secondo motivo che sconsiglia la tranquillità è la determinazione di chi insegue. Se la Spal passa e poi si blocca e viene sconfitta, se il Brescia subìsce il ritorno dell’Udinese, sono vive e vegete il Lecce che espugna in San Paolo, il Genoa che batte il Cagliari e la Sampdoria che demolisce il Torino. Occhio, hanno detto, non hanno alcuna intensione di retrocedere.

Il campionato non è archiviato e la Fiorentina deve rimboccarsi le maniche e battersi. E il calendario non l’aiuta. Prima la trasferta a Genova contro i blucerchiati in una gara per respirare e poi al Franchi arriverà il
Milan di Pioli. Ma l’elemento che più preoccupa è proprio questa indiscutibile fragilità della squadra di Iachini. Ci vuole di più e non basta aspettare Ribery che pare possa tornare fra tre settimane mai i viola devono rialzarsi prima. E’ ora che può soffocare la paura e gettarsi in una stagione almeno serena. Ora o sarà paura, solo paura.

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. pino.guastell_9534945 - 5 mesi fa

    Pradè andrebbe cacciato immediatamente per avere sperperato settanta milioni di euro per avere portato a Firenze Igor (OK) e Duncan (non pervenuto) ancora alle prese con malanni fisici. E per aver comprato altri due giocatori che vestiranno la maglia viola a luglio prossimo. Noi avevamo bisogno come il pane di due bravi centrocampisti che sostituissero gli inutili Benassi e Pulgar, che non danno alcun contributo alle fortune della Fiorentina. Il problema della Viola non sono solo Pulgar, Benassi, Badelj- altra scemenza fatta da Pradè, quanto piuttosto che abbiamo un allenatore mediocre, incapace di leggere le partite e non adatto a insegnare calcio ai suoi giocatori. Sia lui che Montella hanno avuto un brevissimo periodo di fortuna tant’è vero – se ci fate caso – che hanno conseguito dei punti fondamentali per risalire posizione dopo posizione la classifica. Ma poi le squadre allenate Montella e da Iachini sono crollate e ora ci tocca ritornare a chiederci se riusciremo a salvarci. Da oggi in avanti ci toccherà vivere con questo interrogativo: ci salveremo o no? Pradè – che si ostina a sbandierare ottimismo – afferma che non ci dovrebbero essere particolari difficoltà a raggiungere la salvezza confidando nel ritorno in campo di Ribery. Personalmente, pur rispettando il fuoriclasse francese, penso che le difficoltà ci saranno perchè Iachini non è l’allenatore capace di inventarsi un modulo di gioco offensivo. Lui continuerà a fare giocare nove giocatori su undici arroccati in difesa con l’augurio che su un rinvio da ottanta metri Vlahovic o Chiesa o Cutrone possano fare gol. Col senno di poi riconosco che fu insensata la scelta Commisso di avere affidato a Pradè l’incarico di scegliere i giocatori da far giocare nella Fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. alesquart_3563070 - 5 mesi fa

    Senza centrocampo e un attacco asfittico….giusto per informazione Pedro ha segnato ancora, non è che per caso ci ha fatto apposta per tornare a casa sua?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. 29agosto1926 - 5 mesi fa

    Solo due?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Gasgas - 5 mesi fa

    Senza centrocampo e con un attacco inesperto ci troviamo a lottare per la salvezza. Complimenti. E non è una passeggiata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. MolisanoViola - 5 mesi fa

    Il problema è il centrocampo e il gioco, il mercato non ha risolto il problema urgente di un paio di centrocampisti bravi, il centrocampo è il fulcro, se funziona, riesce ad arginare gli attacchi avversari e riesce a creare pale giocabili per i nostri in attacco, Duncan, su cui si è tanto insistito, si sapeva che era infortunato, Pulgar e Benassi sono impresentabili, il tanto decantato Pulgar per le punizioni è un fallimento totale, di Benassi meglio soprassedere, infine Iachini sembra imbambolato non riesce a dare un minimo di gioco. Fondamentale per noi sarà la partita contro la Samp, se vinciamo, riusciremo a dare un bel respiro, in caso contrario saremo in pieno vortice con l’aggravante che non sono abituati a lottare per la salvezza, già ci andò di lusso l’anno scorso. In ogni caso a fine campionato si deve rinnovare totalmente la dirigenza, a cominciare da Antognoni, a seguire Pradè e gli altri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ottavio - 5 mesi fa

    Dato che con la difesa a 5 (!?!?) si faceva schifo prima e continuiamo a farlo adesso, si potrebbe provare un’ altro schema ??

    Non dovrebbe essere così complicato….

    I

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. il tromba - 5 mesi fa

    si si…tutto vero….ma una botta di culo mai?????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. iG - 5 mesi fa

    Calciomercato di luglio 19 toppato voto 4

    Calciomercato gennaio 2020 voto 3, solo igor abile e arruolato in una squadra che si sapeva ha a centrocampo un buco delle fate

    Prade’ impresentabile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. dallapadella - 5 mesi fa

    Giusto essere vigili però secondo me ci salviamo e col dovuto anticipo.
    Detto ciò mi diverte però leggere come le analisi cambino tono in poco tempo… Rialti a chiusura mercato “La Fiorentina in questo 2020 non ha sbagliato un colpo.” “Brava Fiorentina, promossa a voti alti. Per oggi e molto per domani. Perchè è così che si costruisce il futuro.”
    Mai piaciuto il catastrofismo, e anche per me il mercato valeva 6,5/7 però ecco qualche domandina su come siano stati spesi 80 milioni è comunque giusto porsela.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. filippo999 - 5 mesi fa

    rischiamo grosso…giochiamo il peggior calcio d’Italia ( e tanti
    saluti a quelli che dicevano che il problema era l’allenatore precedente )
    e già questo basterebbe per essere preoccupati…poi le scelte di mercato
    fanno il resto…se spendi 20 mln per Cutrone , avrai 20 mln in meno e
    non avrai risolto alcun problema…al limite , prendevi un altro centrocampista
    forte insieme a Duncan lasciando perdere Cutrone…tanto si sa che è il
    centrocampo che fa girare bene anche gli altri due reparti ….in questo
    momento Genoa e Lecce sono meglio di noi…noi abbiamo solo un calciatore
    che può far male , Chiesa…ma se gioca seconda punta , perde il 50% del
    sul valore..e Badelj non può star fuori in questa squadra , specie se il
    sostituto è il pessimo , impresentabile Benassi…ma penso che Badelj sia
    migliore anche dell’impalpabile Pulgar , altra topica di Pradè

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dallapadella - 5 mesi fa

      “se spendi 20 mln per Cutrone , avrai 20 mln in meno e non avrai risolto alcun problema” è un’ovvietà ma hai fatto bene a dirlo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. batigol222 - 5 mesi fa

    E’ vero anche che bisogna ricominciare a fare punti, assolutamente. Abbiamo terminato una serie di partite proibitive, adesso inizia il nostro girone di ritorno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giusetex7_9905901 - 5 mesi fa

      Proibitivo era incontrare il Napoli all’andata non quello del ritorno. Il ciclo più duro si conclude dopo il Milan. All’andata facemmo 8 punti in crescendo sia di gioco sia di risultati, anche nei pareggi e nelle sconfitte a parte col Genoa avremmo meritato con tutti di più. 11 se consideriamo pure quella con l’Udinese. Adesso invece siamo in calando soprattutto di gioco e ne ieri ne con juve e Genoa avremmo meritato di più. Considera poi che andare ad Udine e Lecce o ricevere il Verona non mi pare una passeggiata allo stato delle cose. Io ho da sempre contestato l’esonero di Montella, mi pare che a parte l’entusiasmo iniziale tutto si stia livellando, compreso il valore del nuovo allenatore per me non adatto alla nostra squadra. Spero di sbagliarmi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. batigol222 - 5 mesi fa

    Contro l’atalanta non è che la squadra si è squagliata, semplicemente avevano paura di perdere 7-0 perchè con l’atalanta di quest’anno ci sta. Quindi tutti in difesa, 2 errori ed ecco che perdi 2-1. Ma non è un dramma, il dramma sarebbe stato perdere 7-0. E con l’atalanta può succedere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Antonino - 5 mesi fa

      sai che goduria… vaia vaia vaia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ben hur - 5 mesi fa

        Perche, ANtonio,ancira non ti eri accorto che l’Atalanta è 4 in classifica?Con chi pensavi di giocare, con la supercazzola? Vai ia vaia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Valter - 5 mesi fa

      Abbastanza d’accordo con la tua analisi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy