Nassi a VN: “Corvino ha le sue colpe. La Fiorentina deve controllare il territorio, persi troppi talenti”

Nassi a VN: “Corvino ha le sue colpe. La Fiorentina deve controllare il territorio, persi troppi talenti”

Per commentare il momento delicato della Fiorentina, noi di Violanews.com abbiamo contattato, in esclusiva, il grande ex dirigente viola Claudio Nassi.

di Filippo Angelo Porta, @FilippoPorta

C’è tanta delusione tra i tifosi viola. Firenze è una piazza che merita di più: per la sua storia, per la sua magnifica bellezza e soprattutto per la passionalità del suo tifo. Tre anni senza Europa sono decisamente troppi. Ma di chi sono le maggiori responsabilità? Per comprenderlo, noi di Violanews.com abbiamo contattato, in esclusiva, il grande ex dirigente viola Claudio Nassi.

Tre anni senza Europa sono davvero troppi. Lei, da grande ex dirigente, come commenta l’operato di Corvino? “Certamente non ha soddisfatto. La Fiorentina, per la sua storia, è tra i primi 20 club al mondo. Deve sempre lottare per i primi posti, sia in campionato che in Europa. Se in questo momento è così lontana da certe ambizioni, significa che negli ultimi anni è stato fatto un cattivo lavoro. A Firenze manca solo un centro sportivo, per il resto c’è tutto quello che occorre per fare bene”.

Tra i possibili nomi che potrebbero ricoprire il ruolo di direttore sportivo, affiancando Corvino, o che addirittura potrebbero prendere il posto del pugliese, nelle ultime ore è circolato soprattutto quello di Pierpaolo Marino. Lo considererebbe un buon “acquisto”? “Pierpaolo ha dimostrato di non essere uno sprovveduto. Ha fatto bene ovunque sia stato. Sarebbe certamente un buon profilo, è uno capace”.

Secondo lei cosa non ha funzionato in questi anni? “Ti do un numero: nelle ultime convocazioni di Mancini per le qualificazioni al prossimo campionato Europeo, c’erano 5-6 giocatori che oggi potrebbero essere alla Fiorentina. E parlo dei vari Cragno, Perin, Mancini, Piccini e Zaniolo. Cragno giocava nella Cattolica Virtus, un club di Firenze molto forte nel settore giovanile, e fu scartato perché basso. Ora è 1,84 cm; Perin ha giocato nelle giovanili della Pistoiese e anche lui fu scartato ai provini per il fisico; Mancini è stato nelle giovanili viola; Piccini lo stesso e ora ha una clausola di 60 milioni col Valencia; Zaniolo è andato via giovanissimo. Per non parlare poi di Federico Bernardeschi: è stato ceduto per troppo poco. Oggi vale almeno il doppio. Ecco i principali errori. La Toscana è una delle primissime regioni a livello giovanile. Bisognerebbe sfruttare di più questa fortuna, con le giuste scelte. Anche perché i Della Valle sono una proprietà molto ricca”.

Violanews consiglia

Da Napoli: Allan verso il Psg, Veretout la prima soluzione per sostituirlo

Report medico: Federico Chiesa ha saltato l’allenamento odierno

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy