L’ultima emozione: Fiorentina-Juventus per rilanciarsi?

La Fiorentina sfida la Juventus per rilanciare un’ambiente molto freddo

di

Firenze e la Fiorentina sono fredde, molto fredde, sia per la temperatura sul termometro, sia per la situazione ambientale. Se per il clima rigido non ci si può far nulla (anche perchè è la sua stagione), per quello ambientale un piccolo sforzo collettivo si può fare. Non è stato certo Sousa ad iniziare, anzi, ieri ha ripetuto una delle sue classiche conferenze stampa, uno specchio di Fiorentina-Chievo di mercoledì: monotona e distaccata, ma sufficiente, in questo caso, a superare indenne il confronto coi giornalisti.

Ci ha pensato dunque la società a sollevare un po’ il morale di quest’ambiente, col rinnovo del contratto di un magnifico fiore del vivaio viola, Federico Chiesa. Il giovanissimo calciatore ha rinnovato fino al 2021 subito dopo l’intervista rilasciata nella quale ha giurato amore alla maglia gigliata. Un’ottima mossa della società, per tempistica, questo prolungamento di contratto, almeno ci hanno provato.
Ma nei giorni di Fiorentina-Juventus il clima è sempre teso, fino al triplice fischio finale e a volte anche oltre, con i cuori dei tifosi sempre gonfi di speranza, col desiderio di batterLa andando contro ai pronostici e a quel che dice la classifica e niente conta di più del verdetto del campo.

Uscire vincitori dal terreno di gioco, far scendere i gradoni del ‘Franchi’ ai 35 mila tifosi con le ali sotto ai piedi dopo aver regalato al mondo calcistico un’altra coreografia mozzafiato, questo è il compito di Sousa e dei giocatori che calcheranno l’erba gelida questa sera. Vincere per regalare quella che potrebbe essere l’ultima emozione di quest’annata mediocre e, magari, per ridare fiducia a una Fiorentina che ha l’ambizioso obbiettivo di alzare un trofeo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy