Fiorentina in balia di se stessa, non c’è luce in fondo al tunnel

Ore di riflessioni in casa gigliata, nessuna possibilità va esclusa

di Alessandro Lilloni, @AleLilloni
Iachini

Per molti addetti ai lavori la Fiorentina a Roma ha raggiunto il punto di non ritorno. Prestazione a tratti sconfortante di una squadra che per quasi 80 minuti si è concessa, senza reagire, ai giallorossi. Adesso per Iachini la situazione si è fatta davvero complicata. Ogni sconfitta lo mette in discussione, ed anche quando vince (Udinese e Padova) ne esce comunque indebolito. L’assenza totale di gioco ed identità sembra averlo lentamente esautorato.

Nervosismo, sbracciate e gesti di stizza sono assai frequenti tra i calciatori. Non è nemmeno più una questione tattica, di modulo o di punti raccolti. Giornata dopo giornata, la squadra sembra scivolargli sempre di più dalle mani. La realtà viola è divenuta insostenibile, travolta ed affossata da una pesante mediocrità. La Fiorentina non può arrendersi ad una stagione senza ambizioni ad inizio Novembre. La città non lo merita, i tifosi non lo meritano. Certo, le responsabilità di questo disastro tecnico sono da dividere con squadra e dirigenza, resta da capire con quali percentuali. Tuttavia, per molti, un cambio in panchina sembra l’unica opzione per impostare un cambio di rotta a campionato iniziato.

La partita di Parma difficilmente potrà aggiungere elementi di novità alle lunghe ed attente valutazioni che stanno avendo luogo in casa viola. Si riflette in attesa di scegliere la strategia, ma in questo momento non è da escludere nessuna possibilità. Il sogno resta la pista che porta a Sarri, profilo difficilmente percorribile per numerose ragioni. Da non scartare opzioni più realistiche come D’Aversa o Semplici. Eventualmente chiamati a mettere ordine, e possibilmente un pizzico di passione, in questo scialbo caos.

 

L’opinione: “Un cambio in panchina sarebbe una liberazione anche per i giocatori. D’Aversa…”

Cecchi: “I giocatori sembrano non credere più in Iachini, ma non è l’unico responsabile. Mazzarri…”

Commisso
(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Aliseo - 4 settimane fa

    Penso che a questo punto la scelta migliore sia il ritorno di Montella che è già sul libro paga tanto peggio di Iachini non può fare, la squadra è cambiata rispetto a quella che gli si è rivoltata contro. L’alternativa è prendere un allenatore di ripiego che è rimasto senza squadra. A giugno poi si vedrà, tanto Sarri che non credo venga a Firenze, sicuramente non verrebbe ora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Uccellino51 - 4 settimane fa

    Per Biro e tutti quelli che sognano il ritorno di Montella: quello che voi ricordate è l’allenatore di una squadra che aveva Gonzalo, Aquilani, Borca dei tempi d’oro, Pizarro, Pepito Rossi ecc…. io ricordo il Montella che con 9 sconfitte consecutive ci stava portando in B e che è lo stesso cacciato da tutte le altre squadre allenate dopo la sua prima Fiorentina. NO, MONTELLA NO, per favore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giusetex7_9905901 - 4 settimane fa

      Con Boateng, Pedro e Vhlaovic senza una presenza in a neanche Klopp e Guardiola avrebbero fatto di meglio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Biro - 4 settimane fa

    Se i nomi devono essere questi… allora riprendiamo Montella e puntiamo su un allenatore Top per giugno … vorrei Sarri, ma verrà?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Antonio da Papiano - 4 settimane fa

    Il cambio di proprietà non ha risolto le questioni “strutturali” della società: chi prende le decisioni sul comparto tecnico ? Pradè, Barone, tutti e due insieme ? Ma Antognoni e Dainelli che ci stanno a fare ? Esiste una rete di osservatori oppure ci fidiamo dei video su YouTube quando compriamo un giocatore come Quarta? Altra questione : l’allenatore è fondamentale. Perchè Commisso non ha investito su un tecnico all’altezza ? Perchè un allenatore con un certo prestigio, oltre a un pesante ingaggio, vuole una rosa di qualità che significa che non puoi fare un mercato solo con gli svincolati “scarti” delle altre squadre, puntare sui giovani di belle speranze per l’attacco, chiudere i contratti di quelli che consideri “inamovibili” come Pezzella, Milenkovic e avere alternative rispetto a un giocatore come Ribery che con i suoi anni non può essere l’unico salvatore della patria.
    Risultato la Fiorentina è allo sbando. Fino a quando Torino, Crotone e Udinese fanno più schifo di noi va bene cosi….ma fino a quando tutte e tre continueranno cosi ? Spezia, Benevento non sono squadre materasso. Sarà dura lottare per non retrocedere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. kubajashi - 4 settimane fa

    Credo che questo derivi dal fatto che il padrone dell azienda deve decidere in prima persona e non si affida ai collaboratori per prendere decisioni importanti. Avere un presidente padrone comporta dei pro e dei contro. Ci vorrebbe l’algoritmo che regola YOUTUBE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Gasgas - 4 settimane fa

    Un film dal finale scontato. Chi capisce un minimo di calcio lo sapeva che ci saremmo trovati in questa situazione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Uccellino51 - 4 settimane fa

    Non sono di Firenze e mi chiedo: possibile che dopo i Pontello e i Cecchi Gori non ci sia più nessun imprenditore tifoso e con voglia di rischiare? Me lo chiedo perché questa dirigenza USA, al pari di quella marchigiana, non ce la meritiamo. Mi stupisco sopratutto di Antognoni: da icona viola a imbarazzante soprammobile. Se avesse un briciolo di amor proprio, dovrebbe rassegnare le dimissioni e dissociarsi con il suo gesto da questo schifo. NON CI MERITATE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Johan Ingvarson - 4 settimane fa

    D’Aversa applica lo stesso gioco di Iachini, palla lunga e pedalare, con la differenza che a Parma aveva chi scatta nella profondità (Kulusevski e Gervinho), qui non ha nessuno con quelle caratteristiche. Semplici per me farebbe esattamente quello che fa Iachini ora, ovvero 3-5-1-1 e per prima cosa preghiamo iddio di non prenderle. Grandi miglioramenti non ne vedrei con loro 2 in panchina…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. 29agosto1926 - 4 settimane fa

    Ogni tanto entro nel sito con la speranza di vedere che c’è stata la svolta e ogni volta rimango deluso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nicco - 4 settimane fa

      Siamo in due, è tutto il giorno che spippolo su tutti i siti internet per cercare una buona notizia , ma per adesso niente, nn capisco cosa si aspetti, Iachini nn è più proponibile anche per una questione di credibilità

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Kutox - 4 settimane fa

    Non c’è cosa peggiore di essere in balia dell’indecisione e del poco coraggio.
    La decisione andava presa già ieri sera con l’esonero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy