Addio Pioli, un fulmine a ciel…. coperto

Addio Pioli, un fulmine a ciel…. coperto

La notizia coglie un po’ tutti di sorpresa ma il rapporto era ormai logoro

di Saverio Pestuggia, @s_pestuggia

Che il rapporto fra Pioli e la società non fosse più dei migliori era noto a chiunque seguisse le vicende della Fiorentina, ma che si arrivasse a questo epilogo  pochi lo avevano previsto. La mancanza di risultati, un gioco che latita da mesi avevano messo un muro fra Pioli, Corvino e il resto della società. Tutti ci meravigliammo per l’esternazione di Pioli in sala stampa dopo la partita contro la Lazio, ma evidentemente già qualche straccio era volato nelle segrete stanze del centro sportivo Davide Astori. Adesso tutto torna, alla perfezione.

Dopo qualche giorno la replica del Presidente Cognigni non fece altro che acuire il distacco fra il comparto tecnico e la società. Nel mezzo la mancanza di risultati, il malumore della stampa e della maggioranza di tifosi (vedi il nostro sondaggio pubblicato ieri) che non vedevano più di buon occhio il lavoro del tecnico ormai ex viola. Ieri sera il duro comunicato in cui la società ha buttato la croce addosso a tecnico e giocatori colpevoli in prima persona del brutto momento.

Questo mattina la situazione è precipitata e molto probabilmente un altro faccia a faccia non certo sereno fra Corvino e Pioli deve aver portato il tecnico a rassegnare le dimissioni. Gesto nobile che raramente in Italia capita di vedere. Con questo Pioli ribadisce il suo spessore umano che non è mai stato in discussione. Del suo progetto tecnico abbiamo già scritto evidenziando le pecche e le cause anche da ascrivere ad una campagna acquisti non esaltante figlia di un costante ridimensionamento della società voluto dai fratelli Della Valle.

Adesso mi pare giusto rivedere anche la posizione di Corvino e Freitas che non hanno fatto, come Pioli un lavoro sufficiente. Il tecnico ha dato le dimissioni, cosa succederà invece a DG e DS? Probabilmente niente fino a fine stagione quando i Della Valle, se vorranno davvero riaprire un ciclo, dovranno cambiare tutti gli attori sul palcoscenico viola senza limitarsi a dare le colpe all’ennesimo allenatore.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Claudio50 - 4 mesi fa

    Ad inizio stagione si pensava di avere una squadra piu forte, con alcuni ritocchi che dovevano valorizzare la squadra. Strada facendo abbiamo visto che i rinforzi erano solo sulla carta, ma pioli continuava dire che a lui piacevano. Il risultato e’ quello che abbiamo visto, invuluzione della squadra e i vari Pjaca Gerson Norgard hanno dimostrato di essere da niente a poca cosa. Adesso la societa stara’ a guardare se la colpa era solo di Pioli o se deve essere cacciato anche Corvino. FORZA VIOLA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ziomario - 4 mesi fa

    Non vedo il perchè anche Corvino e Freitas dovrebbero rimanere. SFV.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Horsenoname - 4 mesi fa

    Caro Pestuggia ,
    sono daccordo con la sua analisi , che la proprietà dovrebbe tirare i conti anche sull’operato di Corvino e Freitas , tuttavia secondo me non dovrebbero attendere a fine stagione ma sollevarli immediatamente poichè insieme a Cognigni sono i principali responsabili del disastro creatosi negli ultimi 3 anni , in parte anche dovuto alla proprietà . Corvino ha sperperato almeno 130 mln in questi 3 anni , gli acquisti li ha fatti lui e non può addossare la colpa ad altri , giocatori che a oggi sono irrevendibili poichè nessuno li vuole , è vero che ha abbassato il monte ingaggi , ma si poteva fare anche senza sprecare tutti quei soldi , quindi adesso la società gli dovrebbe presentare il conto e sollevarlo da un incarico che lui non è capace di svolgere , visto che almeno Pioli ha avuto il, coraggio di prendersi le proprie responsabilità , ma il pugliese non è altrettanto uomo da dimettersi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13657845 - 4 mesi fa

    Mi spiace x Pioli,
    ma adesso via anche Corvino frutto di una campagna acquisti tutti gli anni sempre peggiorando

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy