Fiorentina su Milik, Pradè smentisce: “E’ una cavolata”. Il d.s. viola fa pretattica?

Da quello che ci risulta il giocatore piace da tempo alla Fiorentina, ma per lui al momento resta viva l’opzione Premier League

di Redazione VN
Pradè

Arek Milik alla Fiorentina è un semplice suggestione di mercato o c’è qualcosa di più dietro? Il d.s. viola Daniele Pradè ha risposto brevemente alla domanda posta dai colleghi di Sportitalia: “E’ una cavolata”, il commento gelido di Pradè. Semplice pretattica? Da quello che ci risulta il giocatore piace da tempo alla Fiorentina, ma per lui al momento resta viva l’opzione Premier League: LEGGI.

(Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)
18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. robin.b_737 - 3 settimane fa

    A segnalare i problemi “ogni fesso è capace”: mi farebbe piacere se, insieme alle critiche, qualche coraggioso, se ne è capace, indicasse anche le soluzioni alternative. Altrimenti, per una questione di dignità personale, sarebbe opportuno evitare di sfogare le proprie frustrazioni post sconfitta digitando compulsivamente sulla tastiera. Di simili tifosi ne ho, personalmente, piene le tasche.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ginox - 3 settimane fa

      Um alternativa? Giovanni Sartori per esempio! Oppure un altro DS che lavori a lungo termine. Che non improvvisi con infortunati, old e last minute. Che sia in accordo con l’allenatore e non si faccia imporre il primo Iachini di turno. Basta?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. andrea - 3 settimane fa

      Giustissimo. Su questa questione si dovrebbe aprire una pagina apposita di violanews. I social in generale sono piattaforma di libero sfogo alle frustrazione represse, i forum con identità nascosta lo sono ancora di più. Il problema è serio, si pensa che libertà di espressione coincida con quella di scrivere qualsiasi cosa passi per il cervello,anzi qualsiasi cosa sia mossa dalle emozioni del momento, in maniera sconsiderata e senza freni. In teoria sarebbe anche possibile, se una persona si firmasse con nome e cognome, in quanto in uno stato di diritto ognuno è chiamato a prendersi la responsabilità delle proprie azioni. Ma non così. Non nascondendosi dietro un nick. Condivido

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Marco Chianti - 3 settimane fa

      Eccola una soluzione. Via Iachini. Dentro Semplici con un contratto annuale e poi, a giugno, si vedrà. Ora Spalletti e Sarri sono irraggiungibili ma a giugno specialmente il primo tornerà sul mercato. Nel frattempo squadra in mano a Semplici e poi a giugno si decide il da farsi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. claudio.viola - 3 settimane fa

      Capisco quello che vuoi dire e ti darei pure ragione se i commenti contenessero offese. Tra quelli che ho letto, invece, non mi è parso di averne viste. Certo, diversi tifosi (come me) sono delusi da Pradé. Io ero contrario pure al suo ritorno ma speravo di sbagliarmi. Quello che è indiscutibile è che per due anni di seguito iniziamo il campionato con una squadra raffazzonata e finiamo il mercato (dopo aver giocato ben 3 partite) con una squadra incompleta e travolta dalle voci di mercato in uscita. Lo scorso anno lo abbiamo scusato perchè è arrivato tardi, ma quest’anno non ci siamo proprio. Non c’è programmazione di nulla. Molti dei giocatori acquistati lo scorso anno (es. Lirola) e a gennaio (es. Duncan, Igor, Cutrone e in parte Kouamé) hanno reso poco o non hanno giocato quasi per niente. L’unico giovane del vivaio di un certo livello lo abbiamo ceduto al Cagliari. Vlahovic non è stato aiutato per niente con l’acquisto di due attaccanti giovani più o meno come lui e di un livello non superiore al suo. Abbiamo preso Ribery che è un campione ma costa 9 milioni netti in due anni e poi avrà 39 anni, si parla di sostituire Chiesa con Callejon che ha 33 anni e costerà almeno 6 milioni netti (12 lordi) in due anni. Il monte ingaggi è cresciuto tantissimo e nel frattempo non ha comprato nessuno che oggi valga più di quanto lo abbia pagato. In pratica dal punto di vista economico la sua gestione è disastrosa (come la precedente tra l’altro). La Primavera è stata spogliata di ogni talento ed è tornata ad essere una squadra come tante. Insomma, dici che dovrei proporre delle soluzioni anzichè criticare. Beh, io ringrazierei Pradé per il lavoro svolto e prenderei un direttore sportivo che sappia lavorare con i giovani, che sappia scovare buoni giocatori che non costano un occhio della testa di cartellino e soprattutto di stipendio. Sartori è il più forte in assoluto e lo ha dimostrato prima al Chievo Verona (da quando non c’è più lui il Chievo ha sempre avuto grossi problemi) e poi all’Atalanta. I grandi successi economici e sportivi degli ultimi anni si devono a lui. Poi c’è il DS del Verona che anche l’anno scorso ha preso gli scarti della serie A e ha trovato giovani giocatori semi sconosciuti in giro per l’europa e li ha venduti a peso d’oro. Poi c’è quello del Sassuolo che da anni compra giovani in giro per l’italia e prende scarti delle grandi squadre che regolarmente rilancia e rivende a decine di milioni (vedi Sensi, Duncan, Lirola e Locatelli, tanto per dirne alcuni). Poi ci sarebbe anche Tare della Lazio, ma in questo caso siamo su un livello di costi complessivi da gestire ben più alto. Tutto ciò che questi ds hanno in comune è quello di aver scelto degli allenatori che sono capaci di valorizzare il loro lavoro. Il primo ha Gasperini, il secondo ha Juric, il terzo ha De Zerbi e il quarto ha Simone Inzaghi). Pradé invece ha accettato che rimanesse Montella e poi, pare, abbia accettato la conferma di Iachini. Può anche darsi che lui non fosse d’accordo ma prima di veder distruggere il suo lavoro da persone in cui non crede avrebbe dovuto dimettersi. Invece è sempre lì e continua a fare danni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. user-14380403 - 3 settimane fa

      Mah …. basta guardi Faggiano, uscito da Parma e gli è bastato poco x portare giocatori di valore alla Samp …. in ultimo Ketià Baldè.
      Questo in linea con quanto fatto lo scorso anno, ha portato quattro scarti e un paio di vecchi a svernare … lo scorso anno Badjel e Boateng, quest’anno Borja e Bonaventura … e vorrebbe sostituire Chiesa con Cajellon …. ti basta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. claudio.viola - 3 settimane fa

    Una cavolata è stata dare di nuovo il ruolo di da a te. Oltre a svariati bidoni e gente strapagata ricordo alcuni casi mai visti altrove… 1) Berbatov che non arriva con l’aereo, 2) Milenkovic Savic che viene e si mette a piangere e poi si accorda con la Lazio, 3) Salah che ha un accordo ma poi non ce l’ha, 4) Un mese per poi non acquistare Mammana. Smetti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco Chianti - 3 settimane fa

    Anche avere confermato Iachini è una cavolata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Wonder Channel www.wonderchannel.it - 3 settimane fa

    Te pareva che fosse una cavolata, spendiamo soldi per il segnamai piatek

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Gasgas - 3 settimane fa

    Wow che stratega…de noantri…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Kewell - 3 settimane fa

    Figuriamoci se questo DS compra un giocatore bono… non sia mai

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Daniele Ponsacco - 3 settimane fa

    Non vorrai mica comprare giocatori utili…altrimenti il quindicesimo posto lo manchiamo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. woyzeck - 3 settimane fa

    Probabilmente invece è la pura verità, altrimenti sarebbe una mossa troppo intelligente…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. ginox - 3 settimane fa

    Io sarei tanto curioso di sapere chi ha raccomandato questo tizio a Rocco.
    Il giorno dopo l’acquisto della Fiorentina lui aveva già la sua bella poltroncina…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-14380403 - 3 settimane fa

      Vol di’ che a Rocco gli sta’ bene … a casa mia si dice che in ogni famiglia, per campa’ bene, ci vole sempre uno che ha la parvenza di pecora nera e che piglia le colpe x tutti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Up The Violets - 3 settimane fa

    Probabilmente non si stava riferendo a Milik ma a qualsiasi operazione di mercato da lui portata a termine negli ultimi quattro anni. Io userei anche termini più diretti di “cavolata”, ma restiamo eleganti.

    Nel frattempo, dimettiti e sparisci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ceruttigino - 3 settimane fa

    di cavolate te ne intendi. pradè patti chiari: Barreca, Quarta, Callejon, Milik. Tutti e 4 senza se e senza ma. oppure fai le valigie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. jackfi1 - 3 settimane fa

    Ma le dimissioni quando le presenti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy