Fiorentina e Ramadani, i motivi della rottura. Dopo Kalinic, il gelo. Ma c’è lui dietro Chiesa-Juve

Fiorentina e Ramadani, i motivi della rottura. Dopo Kalinic, il gelo. Ma c’è lui dietro Chiesa-Juve

La rottura con il super-agente che ha portato a Firenze molti giocatori provenienti dai Balcani fu il mancato passaggio di Kalinic in Cina: ecco perché

di Redazione VN

Prima una “collaborazione” strettissima, poi il gelo (o quasi). Tuttosport in edicola stamani ripercorre la parabola di Fali Ramadani con la Fiorentina. Tutto iniziò quando il super-agente portò Stevan Jovetic in riva all’Arno: da lì è nata una profonda amicizia con il calciatore montenegrino, tanto che Ramadani lo consiglia in ogni sua scelta professionale e non solo. Jovetic fu l’apripista, poi arrivarono Ljajic, Nastasic, Seferovic e Behrami. Poi qualcosa si è rotto, al punto che anche i Della Valle hanno tremato di fronte alla sua “prepotenza”, per certi versi simile a quella esercitata da Mino Raiola.

Il motivo della rottura fu il mancato trasferimento di Nikola Kalinic in Cina nel gennaio 2017. Era tutto fatto con il Tianjin Quanjian di Cannavaro, con tanto di ingaggio monstre per il croato (12 milioni l’anno), quando Ramadani avrebbe chiesto una ventina di milioni di commissioni facendo saltare tutto. Ma la mano lunga di Ramadani potrebbe tornare in azione: secondo il quotidiano, c’è lui dietro l’accordo segreto fra la Juventus e Federico Chiesa, ma Commisso è stato a più riprese molto chiaro sul futuro del talento viola… LEGGI

Rongier, il Nantes spara alto e manda in difficoltà il Marsiglia. Ma non la Fiorentina

Zekhnini e il Twente d’accordo sul rinnovo del prestito, la Fiorentina…

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Lk - 4 settimane fa

    Purtroppo, ormai è cosi… Ma nn solo lui, c è Raiola e Mendez… Provate a prendere un giocatore della scuderia di uno di questi se c’è l hai contro… Cn il binocolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Roberto Messora - 4 settimane fa

    quindi la narrazione di una Fiorentina prona a Ramadani era tutta una invenzione
    ovviamente viene fuori adesso, dopo anni di infamate a Corvino e i Della Valle

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tagliagobbi - 4 settimane fa

      Non solo, questo chiede 20ml di COMMISSIONI e s’incaxxa perché l’affare salta?!?!?! Roba da matti…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. filippo999 - 4 settimane fa

      prona a Ramadani è certo , perchè il nostro mercato lo faceva lui , compresa
      l’operazione Chiesa alla juve , impostata da un bel pò…ti sei mai chiesto
      come mai i nostri dirigenti , l’ultimo anno , su Chiesa non hanno mai detto
      non dico una parola , ma nemmeno una sillaba , nel mentre i giornali lo davano
      ora all’inter ora alla juventus , e però , il giorno prima di vendere la società ,
      lo dichiarano incedibile ? Guarda caso , nel mezzo c’è sempre Ramadani , anche qui .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. el_sup - 4 settimane fa

        spiderman.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Dejan - 4 settimane fa

      Ti è mai sfiorata l’idea contraria? E cioè che Ramadani era talmente abituato a fare i c…i suoi in società da pretendere la vendita di Kalinic a discapito della squadra e soltanto per un suo interesse economico.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy