Di Marzio sulla cessione di Chiesa: “A quelle condizioni è un affare per la Juventus”

La valutazione di Di Marzio sulla cessione di Chiesa

di Redazione VN
Gianluca Di Marzio

Il giornalista Gianluca di Marzio, esperto di mercato di Sky Sport, è intervenuto a Radio Bianconera:

Il Covid ha creato delle difficoltà impressionanti a livello di budget, oggi è difficile fare previsioni su quale possa essere la possibilità di spesa delle squadre. La stessa Juventus nell’operazione Chiesa è riuscita ad avere condizioni favorevoli, ma se non hai una società che ti permette di costruire operazioni di questo tipo non sarebbe stato possibile prenderlo. Chiesa a quelle condizioni è un’ottima operazione.

Chiesa

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Dimitri - 3 mesi fa

    Io sull’affare Chiesa ho una mia personale opinione. Ad oggi il giocatore NON VALE ASSOLUTAMENTE 60 milioni. Viene da 2 discreti campionati, ma nulla di piu. Se fra 2 anni varra’ di piu l’affare lo avranno fatto in 2. I gobbi, che lo han pagato una cifra giusta, MA VASSUMENDOSI NIL RISCHIO DEL PACCO, e la Viola, che lo ha venduto ad un prezzo piu alto del suo valore nel 2020. Vi ricordate Belotti? 2 anni fa Cairo rifiutava cifre da 70-80 milioni perche ne voleva 100 (che è poi il valore di svincolo per contratto di Belotti) oggi a 40 ve lo porta in braccio.. Ci mettereste la mano sul fuoco che tra 2 anni NELLA JUVENTUS Chiesa abbia un valore superiore a 60 milioni, con il sistema calcio che, causa covid, tornerà’ sicuramente a valori finanziari piu moderati?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mauro65 - 3 mesi fa

    Vediamo se tra 2 anni saranno contenti di pagare i 40 milioni e poi si potrà dire con serenità chi ha fatto l’affare, in base al rendimento!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ilRegistrato - 3 mesi fa

    E’ un affare si’ per la Juventus, e’ proprio quello che mi ha dato noia di tutta questa operazione. Il riscatto scatta obbligatoriamente solo fra due anni e al verificarsi di certe condizioni. In pratica la compagnia Abbacchi e Co. con solo dieci milioni tiene il nostro uomo sotto osservazione per due anni, se progredisce come si aspettano allora gli fa fare le partite che servono e se lo paga fra due anni altrimenti lo rimanda al mittente. Fondamentalmente rischiando solo dieci milioni verificano se Chiesa e’ un campione o no. Da questo punto di vista la Fiorentina ha fatto un affare ridicolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dimitri - 3 mesi fa

      Non è cosi. Se Chiesa non giocasse MAI in questo ed anche nel prox campionato ma la Juventus arrivasse tra le prime 4 e comunque in Champion nel 2021/2022 sarebbe comunque obbligata a riscattarlo. Le condizioni non hanno l’obbligo del cumulo, O gioca tot partite, O realizza tot gol e assist O arriva in Champion. In pratica è un obbligo mascherato: A Firenze vediamo solo il marcio, ma l’ipotesi (molto difficile) che i gobbi arrivino 5inti nel 2022 , cosa che gli procurerebbe un danno economico pauroso, e siano costretti a ridarci un ottimo giocatore che noi rivenderemmo subito non l’ha ventilata nessuno?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. violantemente - 3 mesi fa

      Non ci hai capito nulla, scatta l’ obbligo automatico se la Rube arriva anche terza, l’ affare stavolta lo abbiamo fatto in tre, Noi, le merde e la faccia da sveglio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Zinigata - 3 mesi fa

    I soldi son sempre soldi, anche se dilazionati, e a me 50 milioni ( minimo) per un calciatore che deve ancora dimostrare tutto non mi sembran pochi. Probabilità di avergli rifilato un pacco son decisamente alte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. mcweb - 3 mesi fa

    Un mezzo bagno di sangue x la Fiorentina dal punto di vista cash. Per il resto me ne frego quanto il 2 di briscola di chiesa, non è certo Baggio o Bati e neanche una loro pallida controfigura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Horsenoname - 3 mesi fa

    E’ vero che l’affare lo ha fatto la strisciata , secondo me avrebbe fatto condizioni capestro anche se non ci fosse stato il periodo di Coronavirus per il motivo che aveva già ‘accordo con il giocatore e il suo procuratore , ed era sicura che se non fosse stato ceduto avrebbe messo tanta difficoltà all’intero spogliatoio , purtroppo le società poco oneste lavorano così , non sono certo i nostri tifosi che potranno cambiare la situazione , finchè un organo competente e con potere non interverrà drasticamente sarà sempre così , basti guardare la situazione del passaporto e della cittadinanza di Suarez , tutti sono consapevoli che ci sono loro dietro alla manovra , ma ha fatto qualcosa qualcuno perchè venisse alla luce ? E poi a Torino si chiedono come mai gli odiano tutti , , pensano che sia perchè vincono molto , ma come vincono loro sarebbero capaci tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy