Chiesa, Milenkovic e Pezzella. Blindare i migliori per dare un forte segnale alla piazza

Trattenere i migliori è l’obiettivo principale per la Fiorentina. Commisso potrebbe dare così un forte segnale a Firenze

di Redazione VN
Milenkovic-Lautaro Martinez

Nell’edizione odierna di Repubblica Firenze, troviamo uno spazio dedicato alle possibili manovre della Fiorentina. Trattenere i migliori non sarà sicuramente facile. Ma elementi come Chiesa (LEGGI), incluso a Milenkovic e Pezzella sono fondamentali per la Fiorentina. Trattenerli sarebbe il segnale più forte che Commisso potrebbe dare anche alla piazza. Qualche innesto (specie in difesa) magari una occasione ed ecco che questa Fiorentina può davvero dirsi completa e giocarsela con tutti sfruttando anche le cinque sostituzioni a disposizione del tecnico. Il mercato però non è terminato, e come noto la Juve tenterà l’assalto all’esterno classe 1997, soprattutto in caso di cessione di Douglas Costa. “Nell’ultima settimana tutto è possibile“, ha detto Commisso dopo la sconfitta di San Siro riferendosi proprio al futuro di Chiesa. Una porta aperta alla cessione. L’eventuale affare potrebbe essere bilanciato dall’acquisto di una pedina sulla fascia (Deulofeu) e, magari da una punta centrale (Piatek).

In attacco – La partita con l’Inter rimette tutto in discussione. Riprende quota Piatek, Eder sullo sfondo

->Clicca qui per tutte le notizie di calciomercato della Fiorentina
-> CALCIOMERCATO: TUTTE LE OPERAZIONI CONCLUSE IN SERIE A

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. fornamas63 - 4 settimane fa

    A me non sembra l’approccio migliore quello di trattenere i giocatori loro malgrado. Il punto vero è quello di essere preparato quando vendi a reinvestire in buoni giocatori, come hanno fatto squadre che ora ci sopravanzano con un budget più o meno simile al nostro.
    Parlo di Atalanta, Lazio, Napoli. Il Napoli, ha costruito la sua crescita vendendo Lavezzi e Higuain (tra le lamentele dei tifosi), ma ha saputo reinvestire bene. L’Atalanta quando arriva l’offerta giusta vende e finora non ha sbagliato un colpo nel trovare giocatori anche più bravi e funzionali al suo progetto.
    Noi invece restiamo legati a un’idea di conduzione tecnica che non può funzionare per la nostra dimensione attuale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Johan Ingvarson - 4 settimane fa

    Dei 3 Pezzella è più facile che rinnovi, per poi tra qualche anno tornare in Argentina a chiudere la carriera come fece a suo tempo Gonzalo. Per gli altri due non mi faccio illusioni: Ramadani è uno squalo, mentre Chiesa sembra ossessionato dall’idea di indossare un pigiama come maglia. Se Commisso riesce a farli rinnovare tanto di cappello, ma le premesse ad oggi dicono che entrambi i giocatori puntano allo svincolo nel 2022.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Roberto Maria - 4 settimane fa

    Trattenerli potrebbe sembrare uno spreco, in realtà chiudere il supermercato viola aperto dai DV e Corvino, in prospettiva, cioè nel lungo periodo, porterà gli altri a non prenderci più per la gola e i giocatori a non fare più i furbi. Risultato? Maggiori introiti e rispetto dei contratti, non perdere più giocatori a parametro 0 nel tempo alzerà i ricavi. Poi se un giocatore come Milenkovich, pagato 5 Milioni insieme a Vlahovic, ti gioca bene 4-5 anni, è già di per se un buon affare, anche se poi non lo rivendi. Chiesa lo hai pagato 0 e sono già 4 anni che gioca in prima squadra, se ci fai anche cassa è un successo, ma se ti gioca bene altri due anni, il bilancio è positivo anche se non monetizzi o monetizzi poco. Pensate alla Juve, ha pagato Higuain 90 mln, ha giocato si e no 2 stagioni e ora lo ha perso a 0. Se non li vendi, secondo me 2vsu 3 rinnovano almeno per un anno o 2 con mondiali e europeo alle porte e dandogli almeno per un anno o due lo stipendio che gli compete. Se non vendi chiesa a 50 e tra uno o due anni lo rivendi a 70, anche se gli dai 4 mln di stipendio, ci guadagni e te lo godi per altri 2 anni. SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy