Budan: “Corluka giocatore di prima fascia, ha qualità e personalità”

Budan: “Corluka giocatore di prima fascia, ha qualità e personalità”

“È un leader in nazionale, quando c’è da alzare la voce è sempre fra i primi. Badelj? Non vorrei mai avere un giocatore scontento in squadra”

di Redazione VN

L’ex attaccante croato Igor Budan, oggi dirigente, è intervenuto ai microfoni TMW Radio: “Corluka è pronto per la serie A, ha sempre giocato in campionati importanti ed ha portato la nazionale croata ad alti livelli. È un giocatore di prima fascia, sicuramente farà bene con la maglia viola. È un leader in nazionale, quando c’è da alzare la voce è sempre fra i primi: ha grande personalità, le qualità in campo le conosciamo. Il campionato russo è molto fisico, sicuramente si farà sentire sia in campo che nello spogliatoio.

Quali sono le sue caratteristiche? Sa impostare bene l’azione, nonostante il ruolo ha grande tecnica. Forse non è velocissimo, ma in Italia ci sono tanti difensori che non hanno velocità ma sanno leggere benissimo l’azione. A livello tattico può giocare sia a tre che a quattro, forse nella difesa a tre potrebbe avere qualche problemino ma sono sicuro che farà bene.

Il futuro di Badelj? Il rapporto tra l’entourage del giocatore e la Fiorentina non è bellissimo, ci sono state diverse frecciatine da ambo le parti. Badelj è cresciuto molto, in Nazionale ha dimostrato la sua maturità. La Fiorentina è una società importantissima, io non vorrei mai avere un giocatore scontento in squadra. Mancano pochi giorni alla fine del mercato, dopo Ferragosto sicuramente ne sapremo qualcosa di più.

Kalinic? È stata una grande sorpresa, soprattutto nel girone d’andata. Mi piacerebbe rivederlo ad alti livelli, confermarsi in Italia è sempre difficile. C’è l’interesse del Napoli, se andrà via arriverà un giocatore forte almeno quanto Kalinic.

Rossi? Ha dimostrato che quando sta bene è in grado di fare la differenza. Se è in forma non vedo perché dovrebbe andare via”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy