Zaza il talismano: non segna, ma con lui titolare il Torino vince

Per la gara contro la Fiorentina, Moreno Longo si affida alla copia Belotti-Zaza

di Redazione VN

Uno fa la boa, l’altro svaria. Uno prende botte, l’altro segna. Dietro l’ottimo stato di forma di Andrea Belotti c’è anche il lavoro sporco di Simone Zaza. Ed è da questa coppia di centravanti che Moreno Longo – scrive il Corriere di Torino – ripartirà questa sera, per la sfida sul campo della Fiorentina. Perché cambiare, del resto, quando i punti che il Torino ha conquistato nel post-covid sono arrivati quando in campo c’erano entrambi. E se si è già parlato tanto dello stato di grazia che vive il capitano, che oggi cercherà la rete per l’ottava partita consecutiva, è interessante analizzare anche il momento di Zaza. Non brilla particolarmente e segna poco (solo una rete messa a segno dal 20 giugno a oggi, quella del 3-1 contro il Brescia), ma sa rendersi utile per la squadra, se con lui in campo dal primo minuto il Torino ha sempre raccolti punti dalla ripresa del campionato (pari contro il Parma e vittorie contro Udinese, Brescia e Genoa). Quando invece Zaza è rimasto in panchina, per acciacchi o scelte tecniche, i granata hanno rimediato solo sconfitte. Sarà solo una combinazione, o forse no: vedremo se oggi questa tendenza sarà confermata ulteriormente.
LA PROBABILE FORMAZIONE DEL TORINO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy