Tod’s, riassetto delle holding da parte DDV. Cessione delle quote in vista?

Tod’s, riassetto delle holding da parte DDV. Cessione delle quote in vista?

Il patron riorganizza le holding che detengono le azioni di Tod’s. Cessione in vista da parte di Diego Della Valle?

di Redazione VN

Torna la speculazione e il titolo Tod’s sovraperforma il mercato con un progresso dell’1,78% a quota 51,45 euro. Secondo fonti di stampa, il presidente, Diego Della Valle, avrebbe avviato un processo di riorganizzazione delle proprie partecipazioni il cui risultato finale sarà di isolare la partecipazione in Tod’s , detenuta per lo più (50,3%) tramite la holding Di.Vi. Finanziaria.

Quest’ultima, infatti, controlla oggi una serie di altre attività, principalmente immobiliari e media (inclusa una parte della quota in Rcs), che verranno però scorporate e confluiranno in una nuova holding, Di. Vi. Immobiliare Holding. Così, in Di.Vi. Finanziaria resteranno solamente, oltre alla quota di controllo di Tod’s, due polizze vita del controvalore di 130 milioni di euro.

Diego Della Valle controlla un ulteriore 9,6% di Tod’s tramite un’altra holding, la Diego Della Valle & C., in cui rimarrebbe questa partecipazione insieme alla quota principale in Rcs (4,8%) e al 90% della Fiorentina, oltre al cash-in derivante dalla cessione della quota che Diego Della Valle & C. deteneva in Ntv (Italo). “Nel complesso l’operazione di riassetto, con l’isolamento della quota in Tod’s , ci sembra potenzialmente propedeutica a un’eventuale futura cessione della società”, hanno osservato gli analisti di Equita .

“In attesa di evidenze sul processo di rilancio in atto, che pensiamo il terzo trimestre ancora non fornirà, l’elemento speculativo può fare da supporto al titolo che scambia a 19,7 volte il multiplo prezzo/utile 2019 contro le 21 volte del settore e su cui manteniamo il rating hold e il target price a 57,4 euro”, precisano gli analisti della sim. (milanofinanza.it)

vnconsiglia1-e1510555251366

Zazzaroni: “Chiesa non si sente secondo a nessuno, migliorerà tantissimo”

Dopo Piccini, i flop degli altri terzini (destri). Dal 2014 acquisti quasi sempre sbagliati

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy