Tavecchio: “Con la Svezia io non ero in campo. Ventura? La prima scelta era Capello”

Carlo Tavecchio è tornato a parlare della mancata qualificazione dell’Italia agli scorsi mondiali

di Redazione VN

Torna a parlare Carlo Tavecchio, tornando anche sull’eliminazione dell’Italia ai Mondiali, a Radio Gdm:

“Non siamo andati ai Mondiali, benissimo. Nessuno del Club Italia si è dimesso, io ho ritenuto di dare un atteggiamento. Io ho lasciato la Federcalcio con una grossa liquidità, il Var, il goal/non gol, quattro squadre in Champions e due grandi dirigenti. Abbiamo perso con la Svezia, non ero mica in campo. Davanti all’assurda situazione ho dato un segnale forte”. 

Conte ci lascia perché prende il doppio dello stipendio al Chelsea. La prima scelta è Capello, chiudiamo a Udine l’operazione insieme alla famiglia Pozzo. Era disponibile, poi sono subentrati altri fatti e ho rispettato la sua idea. Poi mi sono rivolto a Donadoni: anche lì avevamo chiuso l’operazione, ma era ancora sotto contratto con il Bologna. Poi sono stato chiamato da Malagò e ho incontrato Ventura insieme a Lippi. Mancini era occupato. Avevamo Ventura o De Biasi. Siamo andati da De Biasi che era l’allenatore della nazionale albanese, quindi non potevamo concludere”. 

Carlo Tavecchio

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-2073653 - 1 mese fa

    Che omino…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Claudio58 - 1 mese fa

    Dichiarazioni ridicole: non campo con la Svezia.
    Ma se vinceva il Mondiale avrebbe detto che non era in campo oppure o si sarebbe comunque preso i meriti… Il dimettersi è stato il minimo!
    Il problema è che ora sembra sia riapparso…
    Poi ci lamentiamo in che situazione si trova il calcio italiano…
    FORZA VIOLA SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy