Stadio Franchi, al Ministero arriva un’altra richiesta: “Non toccate il sacrario del 1944!”

Idra scrive al Ministro Franceschini

di Redazione VN
Stadio Franchi

Nella storia recente della città di Firenze, il “Franchi” è qualcosa di più di uno stadio. E’ un luogo infatti che conserva una memoria tragica dell’ultima guerra. Era ancora il “Berta” quando, la mattina del 22 marzo 1944, sotto la curva lato ferrovia, poco lontano dalla torre di Maratona, vennero fucilati cinque giovani trascinati qui dai campi coltivati del Mugello, colpevoli di essersi sottratti all’arruolamento nelle fila della Repubblica Sociale Italiana, per un’esecuzione che servisse da monito ai coetanei. A cominciare dalle giovani reclute schierate ad assistere alla fucilazione. Ezio Campani, storico associato di Idra, scrive una lettera al Ministro Dario Franceschini, trasmessa per conoscenza al sindaco di Firenze Dario Nardella:

“Oggi un Altare con un Cristo alto 2 metri e una lapide in ricordo dei 5 giovani martiri è ben visibile attraverso una cancellata di protezione, sotto quella curva”. Il Cristo è opera di Emanuele Zambini, scultore e pittore, che abitava nel viale Manfredo Fanti, a pochi metri dallo stadio comunale.  “Nei giorni successivi alla fucilazione, l’allora parroco della chiesa di San Gervasio si recò a casa dello scultore chiedendogli di fare un Cristo da sistemare sul luogo del triste evento. Emanuele lo fece, e ancora oggi l’Opera è lì, vigile sui cinque nomi”
Senza entrare nella complessa matassa della querelle sul futuro dello stadio comunale Franchi, l’associazione fiorentina Idra, iscritta al registro regionale del volontariato per la tutela del patrimonio ambientale e culturale della Toscana, così conclude la sua nota al ministro Franceschini:
“In queste ultime ore, abbiamo appreso, l‘ACF Fiorentina Le ha trasmesso alcuni quesiti circa le conseguenze che la nuova normativa sugli stadi produrrebbe in relazione alla conservazione del complesso progettato da Pier Luigi Nervi e Gioacchino Luigi Mellucci.
Noi Le scriviamo qui, sollecitati dal sig. Campani, affinché non si trascuri – nel contesto del dibattito sull’opera –  l’importanza e il valore della tutela del sacrario.
Il monumento di Campo di Marte infatti – a nostro avviso – rappresenta di per sé per Firenze e per il Mugello un presidio inamovibile di memoria collettiva, un valore civile profondo la cui conservazione appare necessaria e ineludibile a fini testimoniali.”

COMMISSO: “FRANCHI UN MONUMENTO? ALLORA USINO I SOLDI DI ALTRI”

27 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Para73 - 2 settimane fa

    Scusate ma quando per italia 90 quel muro fu buttato giù dove eravate? Lo ripeto quel muro che circondava lo stadio e che oltre alla tragedia ha fatto da allenatore a migliaia di calciatori e tennisti, non c’è più. Siete faziosi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tagliagobbi - 2 settimane fa

    Non conoscevo questa tragica storia. Però è un problema di facile soluzione. Se lo stadio resta posizionato lì basta spostarla durante i lavori e poi rimetterla al proprio posto, se lo stadio viene spostato allora basta lasciarla lì e mettere un tabernacolo a protezione così da mantenere la memoria di un gesto così cattivo e scellerato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. MASSIMO DUBAI - 2 settimane fa

    LA SOLUZIONE MIGLIORE È PIÙ VELOCE È FARE LO STADIO NUOVO AL POSTO DELLO STADIO DI ATLETICA E PADOVANI. COSÌ EVITIAMO INTERRUZIONI, TRASFERIMENTI E IL FRANCHI LO RIMETTE IL COMUNE DEDICANDOLO A RUGBY E ATLETICA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 2 settimane fa

      Sarebbe una soluzione molto sensata, anche se io ho dubbi che, così facendo, ci siano spazi commerciali tali da aumentare le entrate, senza contare che rimangono i problemi di parcheggio e viabilità. La meglio sarebbe andare a Campi, ma penso Rocco non ne abbia intenzione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. pinob - 2 settimane fa

    buonasera.
    vorrei ricordare al signor Campani che se guarda le vecchie foto di piazza Santa Croce a Firenze, noterà che la statua di dante non si trovava dove sta adesso. se hanno spostato la statua di Dante, si potrà benissimo spostare quest’altro monumento.
    ovviamente non ne contesto la sacralità, e ci mancherebbe, ma nessuno ha parlato di abbatterlo.
    a volte un pò di buon senso e di proposte costruttive sarebbero il minimo….
    buona serata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Larry_Smith - 2 settimane fa

      Il sacrario è in quel punto perché è il luogo della fucilazione. In questo caso la posizione fa parte integrante del monumento

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. woyzeck - 2 settimane fa

    Sempre più incredibile, sempre più vilmente strumentale, ormai si usano tutti i mezzi più bassi possibili camuffandoli da alti ideali da difendere, come se il ricordo di un tragico evento fosse legato al tipo di opera presente in quel posto e non, semplicemente, al luogo in sé (spettacolare quell'”ineludibile ai fini testimoniali”, una frasetta super retorica, vuota di senso, ma di grande impatto, come se, solo vedendo lo stadio Franchi, le persone si potessero ricordare di quei tragici fatti!). Molto semplicemente rimetteremo il monumento e la targa commemorativa che ricorda il tragico evento quando il nuovo Franchi sarà costruito. Niente cambierà riguardo ad esso. Basta però, adesso, con questi vili mezzucci travestiti da appelli morali e buoni solo per i gonzi del non pensiero… abbiamo già un ministro da Casa del Popolo che si premunirà di vietarne il rifacimento, destinando così il Franchi all’abbandono e al degrado perenne (anche se capisco che lo stesso abbia bisogno di un qualche appiglio formale – capzioso o reale che sia – per giustificare una tale idiozia, in puro stile sovietico…)…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. BVLGARO - 2 settimane fa

    riempitelo di galline, per sfregio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Valdemaro - 2 settimane fa

    Stadio a Campi. Non vedo nessun problema. Al Franchi ci faranno la messa la domenica quando il Covid sarà debellato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. ale campi - 2 settimane fa

    perfetto. facciamo del franchi un cimitero monumentale e lo stadio da un’altra parte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Violasempre - 2 settimane fa

    Hanno smontato un intero tempio in Egitto e spostato da un’altra parte, che problema ci può essere a smontare quei quattro elementi archiettonici e ricollocarli nel nuovo stadio.
    Potrebbe essere un’idea, costruire il nuovo stadio ai campini(più o meno la stessa superficie), risulterebbe più centrale e più lontano dalle abitazioni.
    Smontare e ricollocare gli elementi archiettonici e radere al suolo quello che rimane, sostituendolo con parchi e strutture collegate allo stadio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Up The Violets - 2 settimane fa

    Non vedo come ciò possa ostacolare un eventuale ammodernamento o rifacimento della struttura. D’altronde mi pare che la stessa lettera del signor Campani non si opponga all’intervento sul Franchi, ma si limiti a richiedere (giustamente, aggiungo) che la statua a ricordo di quell’eccidio venga aggiunta dal ministero alla lista delle cose da non toccare, o quantomeno da spostare, che la Fiorentina ha chiesto di stilare al ministero stesso. Tutto qua.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. giampa - 2 settimane fa

    Mi rifiuto di commentare jackfi1 perchè non voglio scendere così in basso e mettermi alla sua stregua, perfettamente d’accordo con Don. Mi permetto di aggiungere che uno dei più grossi difetti degli italiani è la perdita assoluta della memoria storica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. jackfi1 - 2 settimane fa

      COMPRENSIONE DEL TESTO. Bello vedere che gran parte dei tifosi è analfabeta. Fan ben sperare. Esattamente cosa non capisci di “questa è la richiesta più nobile mai arrivata fino ad ora alla stampa”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Glover - 2 settimane fa

    Figuriamoci se all’Associazione IDRA non cercano di mettere i bastoni tra le ruote a Firenze anche per lo Stadio nuovo, dopo la Stazione Foster, la TAV, Aeroporto nuovo, Terza Corsia autostradale, e me ne dimentico qualcuna… Hanno in odio questa povera città, più dei romani, dei grillini, e dei pisani.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Eziogolgobbo - 2 settimane fa

    Perannoi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. jackfi1 - 2 settimane fa

    le stanno provando tutte per far andare via Commisso eh. Domani pure l’associazione mamme col passeggino scrive a Franceschini perchè lì dieci anni fa un’eroica mamma ha portato il passeggino con una ruota rotta fino a casa spingendolo comunque. Niente contro questa richiesta che tra peitizioni di vecchi 60enni a cui hanno insegnato ieri ad usare facebook, nipotini che vogliono difendere le opere del nonno senza tirare fuori un euro, è probabilmente la più nobile di tutte.
    Tutta questa gente si è svegliata nell’ultimo anno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Larry_Smith - 2 settimane fa

      Conosco la storia di quelle fucilazioni per i racconti di mio padre che abitava a Campo di Marte. Le bare aperte davanti ai cinque ragazzi in attesa della fine, i capelli e i frammenti di cervello ancora attaccati alla parete la mattina dopo… un orrore. A un commento come il tuo mi verrebbe da reagire con una serie interminabile di insulti, ma prevale il compatimento. Mi limito a dire che anche la tua facoltà di sparare simili scempiaggini nasce dal sacrificio di chi ha preferito difendere la libertà di tutti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. jackfi1 - 2 settimane fa

        Da tuo padre magari ti potevi far insegnare a comprendere meglio i testi. C’è scritto a chiare lettere che questa è la richiesta più nobile tra tutte quelle a cui abbiamo assistito da un anno a questa parte. Trovami nel mio commento dove abbia infangato la memoria di quei ragazzi, forza inteligentone. Prima di far partire la lingua a caso prova a riflettere magari. Il senso del discorso è che lo stadio e quella zona hanno subito numerose modifiche pesanti nel corso degli anni e mai c’è stata una lettera del genere o comunque non gli è mai stato dato risalto. Loro fanno benissimo a chiedere delucidazioni ma l’impressione è che tutto finisca strumentalizzato dalla stampa. Ti ripeto IMPARA A COMPRENDERE I TESTI, invece di fare il galletto da pollaio

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Larry_Smith - 2 settimane fa

          Immaginavo che avresti risposto a insulti. Che altro dovrei aspettarmi da uno che paragona un tragico evento a un passeggino rotto. Gente priva di cultura e di anima

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. jackfi1 - 2 settimane fa

            Te lo spiegherò un’ultima volta sperando tu lo capisca. Il paragone è fatto riferito alla Stampa. Capisco che la comprensione della prima frase possa lasciare dubbi ma il discorso fatto dopo non dovrebbe lasciarne. Guarda caso questo evento viene riportato 3 ore dopo l’intervista a Commisso dove dice che lo stadio lo fa come di e lui o non lo fa proprio. E nota il titolo con cui esce l’articolo :”al ministero arriva un’altra richiesta:non toccate il sacrario”. Leggi l’articolo e da nessuna parte c’è la frase “non toccate il sacrario”. Siccome penso che questa associazione non sia la prima volta che si esprime in merito alla salvaguardia del sacrario, però guarda caso questa volta viene riportato dalla stampa con titoli fuorvianti. La mia critica era rivolta alla stampa e non certo all’associazione e il paragone con il passeggino era per denigrare la stampa e non certo l’associazione. Se tu leggessi i commenti che ho fatto su altri articoli dello stadio vedresti che ho sempre messo l’attenzione sulla salute di chi usa lo stadio, quindi quando mi si accusa di denigrare la morte di 5 ragazzi rispondo male si

            Mi piace Non mi piace
  15. A ndrea - 2 settimane fa

    #stadionuovoacampibisenzio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. don - 2 settimane fa

    Massimo rispetto per quelle povere vittime, ma la richiesta giusta era: cortesemente fate in modo che la statua del Cristo, posta a memoria dei 5 martiri, venga ricollocata lungo il perimetro del nuovo stadio, in prossimità di dove avvenne l’eccidio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bianco - 2 settimane fa

      D’accordissimo con don

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. claudiog197_3585294 - 2 settimane fa

      Ogni tanto un commento sensato si legge

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. mauro1949 - 2 settimane fa

      E’ impensabile che al mondo ci siano soggetti, soggetti NON persone, che scrivono ancora certe idiozie….magari quei Martiri potrebbero aver salvato la vita di qualche nonno e data la possibilita’ di creare questi dementi….altra occasione persa persa….peccato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. don - 2 settimane fa

        Mauro 1949
        Ripeto massimo rispetto per le vittime (che non hanno salvato la vita a nessuno, ce l’hanno rimessa perché non volevano, giustamente, arruolarsi con la Repubblica Sociale).
        Meno rispetto per quello che scrivi nei confronti di persone che nemmeno conosci.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy