Sky Sport: Milan fuori dalle Coppe per un anno e salta la trattativa con Commisso

La cessione del club sembrava ad un passo, ma Li Yonghong cambia idea. Sentenza Uefa: quasi certa l’esclusione dall’Europa

di Redazione VN

Emergono nuovi sorprendenti dettagli in riferimento alle vicende di casa Milan. Nel tardo pomeriggio di quest’oggi la cessione del club all’italoamericano Rocco Commisso sembrava (quasi) cosa fatta, e invece nelle ultime ore sarebbe saltato tutto. L’attuale presidente rossonero, ovvero Li Yonghong, ha cambiato idea e si dice in grado di versare al fondo Elliott i 32 milioni richiesti entro la scadenza del prossimo 6 luglio. In questo modo, l’imprenditore cinese manterrebbe la proprietà, per poter poi scatenare una vera e propria asta relativamente alla cessione del Milan. A riportarlo è Sky Sport, che si sofferma anche sulla sentenza Uefa, che dovrebbe – finalmente – essere ufficializzata domani: sicuro un anno di esclusione dalle Coppe europee, insieme ad una multa pesantissima, sui 30 milioni di Euro.

Violanews consiglia

Fiorentina contro Sarajevo o Banants ai preliminari di EL? C’è l’incognita di un cambio

Milan-Commisso: già oggi possibile fumata bianca per la cessione del club

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Marco Chianti - 3 anni fa

    Ma Commissonnon può prendere la Forentina?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ottone - 3 anni fa

    Ci si va noi a fare icché, i bischeri? Come al solito?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Franco - 3 anni fa

    il tas non può ribaltare la sentenza dell’UEFA altrimenti il significato stesso di rispetto delle regole verrebbe abrogato automaticamente, così nessuna squadra rispetterebbe il fair play tanto il tas ribalta la sentenza, e chi è già stato punito allora? sai che casino……..è come se io commetto un reato il giudice mi condanna sull’effettivo reato commesso poi mi appello e il giudice dell’appello ribalta la sentenza per quello che potrei fare di buono ignorando i miei delitti e le prove di supporto…..il Milan in pratica dice si ok abbiamo sbagliato ma ci sono piani per non sbagliare più….eh no cicci avete sbagliato per 2 anni di fila, l’anno scorso l’uefa vi ha graziato già

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. nisci - 3 anni fa

      Il parallelo con la giustizia ordinaria non ha alcun senso, non sono giurista ma i gradi di giudizio sono 3 e il diritto di difesa ci deve sempre essere e deve essere sempre data la possibilità di poter ribaltare anche una sentenza che può essere ingiusta o addirittura sbagliata o eccessiva nella pena… ti ricordo che dopo il terzo grado di giudizio che termina poi alla Corte suprema di Cassazione che dovrebbe rappresentare il giudice dell’ultima istanza ed è proprio dopo tale giudizio che non si può più ribaltare una decisione chiamiamolo organo supremo che è stato istituito per garantire una sorta di equità nel giudizio finale… Quello che non mi piace in questa storia è la poca chiarezza che c’è intorno alla vicenda rimandata troppo non dando poi la possibilità di difesa quasi volessero aspettare che il Cinese sanasse una posizione difficilmente sanabile…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Via (mai una) Gioja - 3 anni fa

        La Cassazione è il 3° grado di giudizio (che però può “ribaltare” il giudizio in appello sono per vizi di forma; non di merito)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. DaLegnaia - 3 anni fa

    Passiamo alle cose formali?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. tasselli.lorenz_998 - 3 anni fa

    Questa tiritera infinita oltre che una buffonata è una mancanza di rispetto nei confronti dei soggetti coinvolti… l’eventuale ricorso al Tas farebbe slittare la decisione definitiva a una settimana dal preliminare, come impostiamo la preparazione noi e l’Atalanta? Fortuna essendo italiani siamo abituati a interfacciarci con dei dilettanti allo sbaraglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SoloBorja - 3 anni fa

      Sono assolutamente d’accordo… È vergognoso!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. giglio68 - 3 anni fa

      Tranquillo non hanno nessuna possibilità di ribaltare la sentenza …. se vengono esclusi dalle coppe, ci si va noi!
      E questo alla fiorentina lo sanno benissimo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy