Legge sugli stadi, De Laurentiis si scaglia contro Nardella: “E’ un deficiente totale”

Legge sugli stadi, De Laurentiis si scaglia contro Nardella: “E’ un deficiente totale”

Il presidente del Napoli tuona: “Per dare fastidio a Lotito, Nardella fece dei cambi sulla legge che è diventata inapplicabile”

di Redazione VN
ADV, DDV, ADL

Nel corso del forum organizzato da Il Corriere dello Sport è intervenuto anche Aurelio De Laurentiis. Parole durissime quelle riservate dal numero uno del Napoli al sindaco di Firenze Dario Nardella: “La prima legge sugli stadi fu ideata da un uomo di Berlusconi per aiutare i club, non solo di calcio, parlando di attività immobiliare per l’equilibrio della costruzione e del club. Accade che in quel momento un deficiente totale, che ho avuto in un film a Firenze, che è il sindaco attuale Nardella, per dare fastidio a Lotito, fece dei cambi sulla legge che è diventata inapplicabile. Pensate che per presentare un progetto per il San Paolo al Comune, spesi solo 350mila euro solo di parcelle per la responsabilità degli esperti”. D. DELLA VALLE SUL NUOVO STADIO: “LO FACCIA IL COMUNE”

Violanews consiglia

Nardella: “Fatto tutto il possibile per lo stadio, la società lo sa. Pronti ad un confronto su tutto”

Noferi (M5S): “Stadio? Della Valle non ha mai creduto nel progetto”

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Hap Collins - 9 mesi fa

    Io mai votai Pd in mia vita, ma che un rozzo si permetta di offendere il sindaco della mia città mi ripugna. Vergogna di una città alla frutta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Up The Violets - 9 mesi fa

    Ecco un altro di quelli che parlano, parlano, parlano, ri-parlano, ri-ri-parlano, nelle pause in cui non parlano accusano un po’ tutti tranne che se stessi, ma poi alla fine, stringi-stringi, continuano a far giocare la propria squadra e a tenere i propri tifosi/clienti in uno stadio con i seggiolini che si sfarinano sotto al c**o, i bagni che fungono da allevamenti di virus e le coperture che quando piove producono un gradevolissimo effetto scolapasta. Evidentemente Juve, Atalanta, Udinese, Spal, Frosinone e così via non hanno avuto problemi di questo tipo, chissà perché…

    L’unica differenza rispetto al nostro foulardato dall’epistola molesta è che almeno lui ha saputo investire bene e accrescere il patrimonio economico della propria società, sorpassando in tromba la Fiorentina che sino a qualche anno fa stava regolarmente davanti al Napoli e vincendo qualche coppetta che sarà sì secondaria, ma che fa pur sempre curriculum e morale. Però, se stessimo alle sue sparate, a quest’ora avrebbe dovuto avere in bacheca tre scudetti e quattro Coppe dei Campioni. Ah, la realtà, questa nemica dell’imprenditore calciofilo locale!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Etrusco - 9 mesi fa

    Non capisco, gli uomini del PD non erano quelli migliori?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Up The Violets - 9 mesi fa

      Abbe’ e se lo critica quello che sostiene (tra le altre cose) di aver trattato Cristiano Ronaldo prima della Juve ( 😀 😀 😀 ) c’è da credergli! Io gli credo eh, tranquillo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Etrusco - 9 mesi fa

        Se è per questo pure il nostro Freitas ha trattato CR7 ai suoi “tempi portoghesi” ma questo non toglie il fatto che da noi non sia riuscito neppure a portarci il cugino di Ronaldo. Con questo non posso certo credere ad ogni dichiarazione di ADL che anzi mi pare in fatto di furbate e colpi bassi sia l’asso anche se in questo caso ho paura che ci abbia preso ed è una delle poche volte che ci ha indovinato.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Up The Violets - 9 mesi fa

          Errore: Ronaldo venne direttamente fuori dalle giovanili dello Sporting, che lo prese bambino in cambio dal Nacional di Madeira, squadretta giovanile delle Azzorre delle quali è originario; non fu “trattato” da nessuno, casomai Freitas fu colui il quale VENDETTE Cristiano al Manchester United; e in ogni caso, anche se fosse stato lui, credevo non ci fosse bisogno di sottolineare che l’acquisto del dodicenne Cristiano Ronaldo per 12.000€ dal Nacional di Madeira e l’acquisto del trentatreenne Cristiano Ronaldo per 100 milioni dal Real Madrid non sono esattamente due operazioni di mercato paragonabili…

          Quanto al resto, già la stessa ricostruzione di ADL lascia più di un fondato dubbio al riguardo (Nardella che vuole fare lo sgarbo a Lotito?!? Sì, e magari anche “Ercole contro Ursus”, “Godzilla vs. Mazinga” e così di seguito…).

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Etrusco - 9 mesi fa

            Quindi mi confermi che Freitas ha trattato CR7 questo è il punto.
            Poi capitolo stadio, Nardella da deputato aveva presentato un disegno di legge quindi ADL non ha sparato cazzate e per scoprirlo basta solo informarsi: https://www.google.it/amp/s/www.ilfattoquotidiano.it/2013/11/21/legge-stadi-nardella-pd-mio-progetto-stravolto-impianti-come-mezzo-per-la-speculazione/786042/amp/

            Mi piace Non mi piace
          2. Up The Violets - 9 mesi fa

            Non c’è che dire, il livello cognitivo della gente, anzi, della ggiènte, mi lascia sempre affascinato. In ogni caso:

            – Capisco che su Ronaldo tu stia cercando di rigirare la frittata per mascherare il paragone quantomeno ardito (euf.), tuttavia immagino converrai con me che prendere un bimbo prodigio a dodici anni e per 12.000 € dalla squadretta di un’isola sperduta nell’Atlantico, così come venderlo poco più grande a una big inglese, è una cosa normalissima che anche un Corvino potrebbe fare; se tu invece sei il presidente del Napoli, ovverosia non di una big del calcio italiano né tantomeno di quello europeo e te ne vai dicendo che IL-REAL-MADRID, nel momento in cui ha deciso di vendere uno dei più uno dei più forti giocatori di sempre, è venuto per primo a trattarlo con me, diciamo che quantomeno sollevi più di un dubbio sulle tue parole. Anche perché nel momento in cui Ronaldo non è venuto da te, non hai ripiegato su Messi o su uno tra Mbappé o Neymar dal PSG, ma su tale Younes dell’Ajax, che peraltro nel Napoli non ha quasi mai giocato e ha quasi soltanto piantato casini.

            – Non serve andare a ricercare gli articoli passati per rammentare che Nardella non è passato direttamente dalla carica di vicesindaco a quella di sindaco di Firenze, ma nel mezzo è stato parlamentare durante il Governo Letta e firmatario della legge sugli stadi. La parte perlomeno discutibile del discorso di De Laurentiis è che Nardella abbia modificato una legge altrui (?) per fare uno sgarbo a Lotito (!) Quello che De Laurentiis non dice è che questo presunto “sgarbo” al proprietario della Lazio per il quale la legge sarebbe diventata “inapplicabile” è un emendamento del 2013 presentato dallo stesso Nardella. Emendamento di assoluto buon senso, perché di fatto limita il disegno di legge precedentemente presentato dal governo, con il quale altrimenti si sarebbero potuti costruire stadi anche su aree a rischio idrico o vincolate. BENISSIMO ha fatto quindi Nardella a presentare quell’emendamento, e chi usa termini offensivi in riferimento a quella decisione direi che si commenta da solo. Tra l’altro, aperta e chiusa parentesi, ripeto che Juve, Atalanta, Udinese, Spal, Frosinone e altri club hanno tranquillmente fatto o rifatto il loro stadio senza nessuna “legge inapplicabile”.

            Ma sai, capisco bene che a certa gente, anzi, ggiènte, si possa raccontare un po’ di tutto.

            Mi piace Non mi piace
          3. Etrusco - 9 mesi fa

            Chi gira le frittate scusa? Ecco cosa hai scritto sopra: “Abbe’ e se lo critica quello che sostiene (tra le altre cose) di aver trattato Cristiano Ronaldo prima della Juve “, quindi ti ho risposto che pure Freitas lo ha trattato e non ho neppure specificato se in entrata o uscita, leggi meglio le risposte dei tifosi (quelli veri) prima di rispondere in maniera inconsulta e stizzita.
            Poi capitolo ADL vs. Nardella: ADL ha commentato in maniera sbagliata in quanto si è messo ad offendere inutilmente (offese da cui pure io prendo le distanze in quanto assurde) quello che lui ritiene un suo nemico, resta il fatto che il sindaco di Firenze ha comunque scritto un disegno di legge che il Presidente del Napoli ha attaccato ma lo stesso Nardella ha specificato che il suo disegno di legge per diventare legge è stato stravolto.

            Mi piace Non mi piace
          4. Up The Violets - 9 mesi fa

            Certo, però rispondendo in quella maniera metti sullo stesso piano una trattativa per un ragazzino di dodici anni (sempre che l’abbia fatta Freitas, e non mi risulta; a me risulta solo, ripeto, che Freitas sia quello che l’ha venduto allo United, anche perché al momento dell’arrivo di Ronaldo a Lisbona mi risulta pure che Freitas facesse ancora il giornalista) e una presunta trattativa tra Real e Napoli (!) per uno dei cinque giocatori più forti di tutti i tempi sulla base di non meno di cento milioni, il che fa discretamente sorridere, perdonami.

            Su Nardella: le ragioni di quella dichiarazione sono le stesse che lo spinsero a mettere in atto quell’emendamento a una legge che nel frattempo era stata rovinata ancor di più. Quindi, se De Laurentiis si schiera contro chi voleva evitare che gli stadi potessero essere costruiti anche su aree a rischio idrico o sottoposte a vincoli di altro genere, in barba a ogni legge, automaticamente per me sta dalla parte del torto e mi costringe ad attaccarlo, indipendentemente dal fatto che il suo obiettivo sia Nardella o chi per esso. Se poi fa tutto ciò con la terminologia che si commenta da sola, le critiche aspre nei suoi confronti ci stanno ancora di più, altro che la patetica diatriba sul “piddi” (come se quelli al governo fossero meglio: cfr. quello che è successo a Roma, in materia di stadi…)

            Mi piace Non mi piace
  4. BVLGARO - 9 mesi fa

    la burocrazia è il vero problema in Italia. Della Valle ha tutte le colpe del caso, ma per la questione dello Stadio l’hanno preso per i fondelli dall’inizio alla fine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Up The Violets - 9 mesi fa

      Mi sfuggono un paio di particolari, sai com’è, son disattento: le proroghe chi è che le ha chieste, finora? E la ricerca dei famosi investitori per pagare lo stadio, gli annessi e i connessi, come procede dalla famosa serata di presentazione dei modellini in plexiglass alla quale peraltro Diego era assente? E del centro sportivo all’Incisa dove non fanno più nemmeno il “Violone”, che ne è stato? Notizie del centro sportivo giovanile a Campi, dopo gli annunci semi-ufficiali? Si vede che è più che altro molto sfortunato, i sindaci inaffidabili li trova sempre lui, poveretto…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Jacob Arjouni - 9 mesi fa

    Nardella che modifica una legge di un uomo di Berlusconi??
    leategli i’ffiasco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. gianni69 - 9 mesi fa

    Si chiama meritocrazia. Ma in Italia questa legge. Si chiamiamola legge viene applicata alla rovescia. Cioè chi meno merita scala posizioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. filippo999 - 9 mesi fa

    Signori si nasce …. ed io modestamente lo nacqui

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy