Pozzo: “I contagi della Fiorentina ci hanno creato problemi”. Poi apre alla ripresa

Il patron dell’Udinese torna sulla partita giocata a marzo a porte chiuse e poi spiega: “Non siamo contrari alla ripresa, ma…”

di Redazione VN

L’Udinese è ormai dichiaratamente l’eccezione in Serie A, l’unico club contrario alla ripresa del campionato il 13 giugno. Anche se stamattina il patron Giampaolo Pozzo ha corretto un po’ il tiro: “Non è vero che non vogliamo riprendere, ma bisogna usare il cervello. Per me si dovrebbe riprendere a fine giugno perchè serve almeno un mese di allenamento agonistico” ha detto a Radio Rai. Tornando poi su Udinese-Fiorentina di marzo: “I viola sono arrivati qui contagiati, noi veniamo coinvolti e andiamo in quarantena, i dirigenti della Fiorentina sono stati a casa per tanto tempo, per due mesi a letto, comprese le famiglie. I nostri medici si sono preoccupati, visto che non c’era legislazione che chiarisse la loro responsabilità, anzi, la loro responsabilità è ancora oggi penale”.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Valter - 9 mesi fa

    Dopo queste ASSURDE dichiarazioni, scordatevi compravendite con l’Udinese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio.viola - 9 mesi fa

      Non mi pare abbia detto nulla di strano. Forse hai letto male. Sta parlando delle responsabilità penali in capo ai medici dell’Udinese. Sul fatto che alcuni dei nostri giocatori fossero positivi non c’è dubbio, sappiamo che Pezzella, Vlahovic e altri sono risultati positivi poco dopo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy