Perugia, il figlio di Barone dopo l’infortunio: “Mi sto allenando a Firenze. Futuro? Sogno la Serie A”

Perugia, il figlio di Barone dopo l’infortunio: “Mi sto allenando a Firenze. Futuro? Sogno la Serie A”

Giuseppe Barone racconta il suo recupero e i suoi sogni

di Redazione VN

Giuseppe Barone, figlio del Dg viola Joe, gioca nel Perugia in Serie B. Qualche settimana fa ha subito la rottura del crociato in allenamento. L’esterno ha raccontato il suo percorso di recupero e le sue ambizioni a Calciogrifo.it:

Sono a Firenze per la prima parte di terapie dopo l’operazione del 21 febbraio. Sto bene, miglioro ogni giorno. La prima settimana è stata molto difficile ma lavoro per tornare in campo prima possibile. Ci vorranno 4 o 5 mesi, è la seconda volta che mi rompo il crociato, mi era già successo quando avevo 15 anni. Coronavirus? E’ una momento difficile per l’Italia ma dobbiamo stare tutti uniti e rimanere a casa, rispettando le regole che ci sono in queste settimane. È importante per vincere in fretta questa partita. Perugia? Quando ho firmato il contratto ho sentito subito il feeling con il Perugia e la Serie B. È un campionato difficile ma è un’esperienza molto importante per un giocatore giovane, sarà una buona cosa per me. Differenze con gli USA? I tifosi. Perugia è una piazza importante, per i tifosi devi sempre vincere e quando finisce l’allenamento li incontri fuori ad aspettarti. Negli Stati Uniti non esiste. Qui il calore della gente è spettacolare. Non so se si ripartirà quest’anno, ma la classifica è corta e bastano due partite per rientrare nei play off. La città? Ho girato un po’ insieme a Fernandes e Perugia è bella. Chiaramente è diversa da New York (sorride, ndr), piccola ma carina. Cosmi? Quando ero in America vedevo il suo Palermo. Il mister vuole che si viaggi ogni giorno e mille all’ora e che la squadra dia tutto. È una grande persona fuori dal campo e un grande allenatore in campo. Mio padre? E’ felice per la mia esperienza in Serie B perché è importante per me. Gli dispiace solo di non potermi venire a vedere giocare. Giocatore preferito? Dybala, è nei top 5 del mondo. Ruolo preferito? In America facevo l’esterno alto del 4-3-3. Nel 3-5-2 di Cosmi ho fatto il quinto di destra. Italia? Amo il calcio e le spiagge. Un sogno? Ora penso al cento per cento al Perugia e un giorno vorrei giocare in Serie A.

Serie A, se non si gioca a maggio il campionato salta: tutti gli scenari possibili

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy