Nuovo stadio e proroga, ass. Bettarini: “Incontro Comune-Fiorentina per valutare i tempi”

Nuovo stadio e proroga, ass. Bettarini: “Incontro Comune-Fiorentina per valutare i tempi”

L’Assessore: “Variante di Castello (per spostare la Mercafir) approvata entro qualche mese”

di Redazione VN

“In questi giorni i nostri uffici tecnici valuteranno l’avanzamento della progettazione ed insieme alla Società (ACF Fiorentina, ndr) definiranno quali sono i tempi opportuni anche alla luce dell’avanzamento delle procedure da parte dell’Amministrazione e quella che può essere una definizione dei tempi sicuramente più precisa rispetto all’idea che avevamo qualche tempo fa”. Lo ha detto l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Firenze Giovanni Bettarini, rispondendo nel Consiglio comunale odierno ad una domanda del Question Time di Donella Verdi (Firenze Riparte a Sinistra), in merito alla scadenza del 31 dicembre, data in cui la ACF Fiorentina dovrebbe integrare tutta la documentazione che compone il progetto definitivo per il nuovo stadio e cittadella viola, ma la società viola necessiterebbe di una proroga alla scadenza.

Nei giorni scorsi la Giunta di Palazzo Vecchio ha dato il via alla procedura per la valutazione ambientale strategica (VAS) sulla variante al piano esecutivo di Castello, area che, tra l’altro, una volta ridisegnata, potrà accogliere il trasferimento della Mercafir e liberare la zona di intervento del progetto dei Della Valle. Per approvare la variante è necessario sottoporla al documento preliminare della VAS che deve essere analizzato dai soggetti competenti in materia ambientale. “È già stata convocata la conferenza dei servizi per acquisire i contributi da parte degli organismi aventi competenza di carattere ambientale – ha spiegato Bettarini rispondendo ad un Question Time della consigliera Paolieri (PD) – che si svolgerà a gennaio. Da lì in poi questi contributi rientreranno nella procedura di adozione della variante. Tra adozione ed approvazione ci saranno 60 giorni, quindi è presumibile che in capo a qualche mese andremo all’approvazione definitiva della variante urbanistica del piano urbanistico esecutivo di Castello”.

I soggetti competenti ed interessati per la variante sono: Regione Toscana, ricomprendendo anche il Settore Bonifiche, Autorizzazioni Rifiuti ed Energetiche, Regione Toscana, Settore Genio Civile Valdarno Superiore, Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per la Toscana, Soprintendenza Archeologia Belle arti e paesaggio per la Città Metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato, Autorità di Bacino del Fiume Arno, Azienda Sanitaria di Firenze, Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno, Autorità Idrica Toscana, ENAC e Comune di Sesto Fiorentino.

Donato MongattiIlSitoDiFirenze.it

Violanews consiglia

Rai: Diego Della Valle chiama Nardella, il progetto nuovo stadio va avanti

Nuovo stadio: Mercafir compatibile con vecchia e nuova pista

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy