“No al calcio senza tifosi”: striscione dei tifosi del Genoa

“No al calcio senza tifosi”: striscione dei tifosi del Genoa

Continua la protesta dei tifosi del Genoa

di Redazione VN

Continua la protesta dei tifosi del Genoa contro la possibile ripresa del campionato. In mattinata – scrive l’Ansa – uno striscione “Stop football”, firmato B.S. (Brigata Speloncia, uno dei gruppi della Gradinata Nord) è stato esposto sui cancelli della stessa Gradinata occupata dai supporters più caldi della società rossoblù. Lo striscione di oggi si aggiunge a quello esposto ieri “No al calcio senza tifosi” firmato “5R”. I gruppi della Gradinata Nord nei giorni scorsi avevano aderito anche al comunicato internazionale , firmato da 150 tifoserie di tutta Europa, contro la ripresa dei campionati nazionali durante il periodo di emergenza sanitaria.

 

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Marco Chianti - 2 settimane fa

    Da una parte capisco anche la visione romantica degli ultras ma capisco di più le richieste di chi, e non mi riferisco ai calciatori o ai dirigenti di primo piano, di calcio vive. E quindi vuole tornare a lavorare. Senza contare che far girare l’economia con una spintina non è male. E’ piccola. Non è risolutiva. Ne dovranno seguire molte altre, questo certamente, ma è una spinta che va nella giusta direzione. Senza contare che dal calcio professionistico cascano soldi che servono a mandare avanti molte società minori dilettantistiche calcistiche e non che in questo momento rischiano di sparire e che sono importantissime per il tessuto sociale ed assistenziale di questo paese. Poi se questo sia possibile non lo so, non sono un medico ma allora si entra in un discorso sanitario e tutto, chiaramente, cambia. Perché le mie priorità sono, in ordine decrescente di importanza: 1 – La salute 2 – L’economia 3 – il romanticismo ultras.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. viola1946 - 2 settimane fa

    Quindi il campionato viene sospeso ed il prossimo potrà iniziare dopo aver completamente debellato il coronavirus. L’alternativa è questa. Nel frattempo cosa succede ai contratti tra società e calciatori?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy