Nardella: “Indice Rt in calo, le condizioni per uscire dalla zona rossa…”

Le parole del sindaco

di Redazione VN

Dario Nardella, primo cittadino di Firenze, ha parlato in mattinata a Sky. Queste le sue dichiarazioni in merito alla situazione contagi sul territorio:

Nell’area di Firenze siamo partiti da un indice di trasmissione del contagio Rt pari 1,8. Adesso stiamo andando verso 1,5 (soglia che ha fatto scattare la zona rossa). Non possiamo dire ancora che la curva si stia abbassando, ma c’è una tendenza ad una diminuzione. L’obiettivo è stabilizzare il dato dell’Rt sotto l’1,5 per un periodo consolidato, allora potremo uscire dalla zona rossa.

Sconcerti: “Prima volevamo i soldi di Commisso, adesso la sua attenzione”

 

Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images
4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. claudio - 2 settimane fa

    Un augurio che la situazione parmetta presto a chiunque di tornare a vivere serenamente. Io, a causa della morte della nonna di mia moglie, più di un mese fa, sono dovuto andare in Svezia. Visto che ho la possibilità di stare più a lungo e visto l’andamento toscano, in zona rossa, sono tutt’ora qua e non credo di rientrare fino ad anno nuovo. Detto ciò e per ritornare sul cattivo giornalismo, ho qui la possibilità di vedere quasiasi canale italiano. Giorni fa è stato detto dalle principali tg e scritto dalle principali testate giornalistiche che la Svezia ha raggiunto le cifre dell’Italia. Allarme rosso, coprifuoco, catastrofi, cavallette, anziani che muoiono non curati! Qui si gira senza mascherina sia all’esterno che all’interno dei negozi, tutti regolarmente aperti. Non si vedono neppure negli ospedali. Poche restrizioni come la chiusura delle discoteche, stop alla somministrazione di alcolici dopo le 22 e raccomandazione di evitare, se possibile, i trasporto pubblici. Per il resto, vita normalissima. Quindi? Che tipo di informazione è quella? Non sono da denuncia, simili affermazioni? Non ne andrebbe verificata, prima, la veridicità?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. la primula viola - 2 settimane fa

      guarda condivido( non ti conosco e ti faccio le più sentite condoglianze ) però un mese fa t’è morta la nonna della moglie !!!
      Ora immagina fosse morta di Covid o di una patologia dove io covid ha dato una spintarella…
      Avresti detto le stesse cose ?
      La primula viola

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio - 2 settimane fa

        Mi scuso per il ritardo nella risposta e ti ringrazio per le condoglianze. Il covid gira anche qui ma non con le stesse percentuali italiane. IO sono a Malmo e in tutta la regione (Scania) da inizio mese, i casi sono circa 7000 dei quali 55 non ce l’hanno fatta. La nonna di mia moglie, è morta a 99 anni di vecchiaia ma anchese il decesso fosse stato per il covid, non cambia la sostanza. Come si può affermare nei TG e sui giornali nazionali che qui la situazione è tragica quando, invece, la vita, con un minimo di privazione, si svolge regolarmente? Che razza di informazione è quella?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. claudio - 2 settimane fa

        Forse mi sono spiegato male o tu non hai capito. I TG e giornali nazionali, parlavano di coprifuoca, catastrofe, ecc… in Svezia… Assolutamente falso!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy