MLS, si dimette il presidente Cordeiro. Anche Commisso era contro la sua politica, ora altri obiettivi

MLS, si dimette il presidente Cordeiro. Anche Commisso era contro la sua politica, ora altri obiettivi

Il presidente della MLS si è dimesso, Commisso ha giocato un ruolo importante e ora va avanti con altre battaglie

di Redazione VN
Rocco Commisso

(ANSA) – NEW YORK, 13 MAR – Il presidente della federazione di calcio americana, Carlos Cordeiro, si dimette. L’addio a sorpresa segue la pioggia di critiche piovute per i suoi attacchi alla nazionale di calcio femminile, l’ultimo dei quali nei documenti depositati in tribunale nell’ambito delle scontro legale sull’equal pay. Documenti in cui la Us Soccer Association afferma che un giocatore maschio ha bisogno di “maggiori competenze e capacità in termini di velocità e di forza”, oltre ad “avere maggiori responsabilità”. Cordeiro si assume la responsabilità dei documenti legali presentati e del loro linguaggio, definito misogino.

Rocco Commisso è sempre stato contrario alla politica di Cordeiro. Il presidente viola è un grande fautore del calcio femminile, lo testimonia il fatto che anche le ragazze della Fiorentina Women’s si alleneranno nel nuovo centro sportivo di Bagno a Ripoli. Le pressioni fatte negli USA dal numero uno viola, insieme ad altri colleghi, hanno dato buoni risultati. E chissà che anche in Italia in ambito politico calcistico qualcosa possa cambiare. Commisso si sta dando da fare anche per altri aspetti: vuole ricostituire il Board della Federazione calcistica degli Stati Uniti (USSF), affinchè tutti i membri del calcio americano siano equamente rappresentati. Vorrebbe, inoltre, porre fine ai conflitti d’interesse tra la USSF, la MLS e il SUM. La Federazione (che regola tutti i campionati e prende decisioni su chi è tenuto a giocare nella Divisione 1,2,3 e 4) non deve intrattenere interessi economici con il campionato che essa stessa regolamenta (ovvero la MLS). Il SUM è un organismo di proprietà delle squadre della MLS che gestisce le sponsorizzazioni, i diritti televisivi, gli affitti degli stadi alle squadre nazionali deli Stati Uniti – essenzialmente la maggior parte dei ricavi generati dalla USSF. Non in secondo piano, il presidente viola vorrebbe istituire le promozioni e le retrocessioni. Con il sistema attuale, i NY Cosmos non potranno mai giocare nella massima serie calcistica statunitense, ovvero la MLS. Motivo scatenante di tutte le sue battaglie. Infine, Rocco vuole sostenere la causa legale intentata dalle calciatrici.

Gasperini fuori dal coro: “Il calcio è un antidepressivo, bisognava andare avanti a porte chiuse”

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. blues - 3 mesi fa

    In Italia il verbo “dimissioni” non esiste per chi occupa le poltrone in alto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. blues - 3 mesi fa

      Non e’ un verbo, ma si capisce uguale quello che volevo dire, no?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. batigol222 - 3 mesi fa

        Va bene, “verbo” inteso come “parola” e tutto torna : )

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy