Lega, otto società accelerano: Tebas candidato numero uno. La Fiorentina…

Lega, otto società accelerano: Tebas candidato numero uno. La Fiorentina…

Dopo essersi assicurati 1050 milioni annui da Mediapro per i diritti tv, i club hanno tirato un sospiro di sollievo e ora sono in molti a voler dare un’accelerata al rinnovo delle cariche pur di uscire dal commissariamento

di Redazione VN

Ore febbrili in Lega Serie A. Dopo essersi assicurati 1050 milioni annui da Mediapro per i diritti tv (anche se si aspetta l’ok dell’Antitrust), i club hanno tirato un sospiro di sollievo e ora sono in molti, precisamente otto società (Atalanta, Genoa, Lazio, Milan, Napoli, Torino, Udinese e Verona) a voler dare un’accelerata al rinnovo delle cariche pur di uscire dal commissariamento, chiedendo e ottenendo un’assemblea elettiva per il prossimo 14 febbraio.

Come scrive La Gazzetta dello Sport, Juventus, Inter, Roma, Fiorentina e altre la intendono come una forzatura e anche uno «schiaffo» nei confronti di Giovanni Malagò, che s’insedierà a fine mese come commissario di Lega. Le contrapposizioni degli ultimi mesi tra «riformisti» e «lotitiani» permangono ancora, anche se ci sono stati degli smottamenti, con Napoli e Torino che si sono staccate dal primo fronte.

Secondo il nuovo statuto, l’uomo forte sarà l’amministratore delegato e la figura su cui convergere è stata individuata in Javier Tebas, numero uno della Liga, ma la sua eventuale nomina deve incastrarsi necessariamente con quelle del presidente (Lotito spinge per Vegas, ex capo Consob, o Del Sette, ex comandante carabinieri, che i riformisti non voterebbero; più chance per Gandini, a.d. Roma) e dei consiglieri di Lega (4 dei club, uno indipendente). L’alternativa a Tebas, che comunque riscuote diversi consensi e per il quale la Liga si sta muovendo con un nuovo contratto, è Luigi De Siervo (a.d. Infront).

 

Violanews consiglia

Badelj spara alto e la Roma lo molla: Monchi cambia obiettivo

Badelj: “Forse resto, a Firenze sto bene. Benassi diventerà un simbolo”. Su Berna, Chiesa e Della Valle…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy