L’architetto: “Necessario mantenere le strutture nel tessuto vivo della città. Serve il restauro del Franchi”

L’architetto: “Necessario mantenere le strutture nel tessuto vivo della città. Serve il restauro del Franchi”

Le parole dell’architetto sulla nota questione stadio

di Redazione VN
stadio-Franchi

L’architetto Fabrizio Rossi Prodi, intervenuto al Pentasport di Radio Bruno, ha parlato delle possibilità di costruire una Cittadella Viola nella città fiorentina:

La direzione verso cui molte realtà stanno andando è una sorta di Parco dello Sport con diverse strutture valide sia per il tempo libero che la ristorazione. Questo è assolutamente centrale ed importante per i progetti futuri delle società. Quanto è possibile riuscire a mettere in piedi un progetto del genere a Firenze? Capisco che un imprenditore americano si trovi spaesato di fronte a tutte le liturgie che abbiamo in Italia. Occorre un buon programma e un buon progetto, oltre alla capacità delle autorità superiori di saper ascoltare, ma non vedo problemi significativi verso questa strada. La soluzione più avanzata è quella di mantenere le strutture più importanti nel tessuto vivo della città, ovviamente occorrerrà un servizio pubblico avanzato per raggiungere lo stadio senza difficoltà. Inoltre lo stadio andrebbe qualificato per viverlo tutta la settimana non solo per le due ore della partita, a questo servono le strutture attorno. Andrebbe affrontato un pensiero sul restauro del Franchi, a partire dalla struttura dello stadio che è anche bellissima, dobbiamo renderla moderna. Lo stadio Franchi è un valore aggiunto per i fiorentini e per questo è necessario restaurarlo e non abbandonarlo.

LO STADIO DI CAMPO DI MARTE RISCHIA DI ESSERE RESTAURATO, SENZA PERO’ OSPITARE PIU’ LA FIORENTINA

Spadafora: “Finire il campionato? Incrocio le dita”

“Cittadella dello sport a Campo di Marte? Che senso ha se non ci sarà più la Fiorentina”

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. kk53 - 2 mesi fa

    Faccio l’architetto anch’io e mi rendo conto che quelle che vengono chiamate “li
    turgie” non sono altro che mera burocrazia,le infrastrutture da mettere a contor
    no dello stadio,lì non si possono fare,ed il potenziamento dei servizi pubblici
    mi scompiscio,quindi guardiamo la realtà in faccia e facciamolo,facciamolo anche
    in un tessuto nuovo fuori dalle liturgie cittadine!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. filippo999 - 2 mesi fa

    in pratica non dice nulla…nè spiega dove andrebbe messo tutto il comparto
    commerciale…Commisso ha ragione di essersi rotto le scatole ….ridendo
    e scherzando , è già passato un anno , e non si è fatto un passo avanti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy