Gerson: “Devo molto a Pioli, con lui ho imparato un nuovo modo di giocare”

L’ex viola non dimentica l’attuale tecnico del Milan ed i suoi insegnamenti

di Redazione VN
Gerson

L’ex Roma e Fiorentina Gerson in un’intervista al portale del suo Paese globoesporte.com ha raccontato di come il calcio italiano lo abbia fatto crescere come giocatore, specie nei mesi vissuti sotto la guida di Stefano Pioli:

Già alla Roma avevo capito che non ero pronto per il calcio italiano e mi sono impegnato molto per crescere come giocatore, cercando di dimostrare che potevo essere impiegato in più ruoli. Poi alla Fiorentina con Pioli ho imparato molto, ad esempio come muoversi con intensità senza avere la palla tra i piedi. A Firenze ho giocato sia come mediano che come regista, lì ho capito che non bisogna vivere solo per il gol o l’assist.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CippoViola - 5 mesi fa

    Che dovessi imparare era chiaro, anche perché con la palla al piede spesso sei stato inguardabile, saltavi l’uomo senza dubbio ma poi non s’è mai capito dove cercassi di andare con quella palla, invece sì.. senza palla tra i piedi eri meglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy