È morto Gianfranco De Laurentiis, volto storico di Domenica Sprint

Il giornalista Rai per oltre trent’anni ha raccontato lo sport in tv: da Dribbling a Pole Position, sempre con inappuntabile eleganza e competenza

di Redazione VN

Lo sport perde un’altra sua storica voce. È morto a Roma il giornalista Rai Gianfranco De Laurentiis. Aveva 81 anni.

QUANTO PALLONE – È stato di certo tra i volti più noti del piccolo schermo legati al mondo del calcio (ma non solo), che ha raccontato sempre con eleganza e competenza. A partire dal 1977 fino al 1994, ha condotto Eurogol, la rubrica del Tg2 sul panorama delle coppe europee, insieme a Giorgio Martino. Ma soprattutto dal 1987 al 1996 è stato l’anima di Domenica Sprint, che ha guidato assieme ad altri colleghi che gli sono ruotati attorno. Dal 1993 al 1994 è stato il direttore della TGS, la testata sportiva della Rai, e nella stagione 1994-1995 ha condotto La Domenica sportiva.

IL RICORDO DI GRAVINA – Tra i primi messaggi di cordoglio per la scomparsa del grande giornalista Rai, quello del presidente Gabriele Gravina e la FIGC: “Salutiamo un amico del calcio che ha raccontato le gesta di tanti campioni con garbo e professionalità. È stato per diversi anni un punto di riferimento per tutti gli italiani”. (Gazzetta.it)

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. magicdolc_8322107 - 1 settimana fa

    Mi spiace veramente.Era un Signor Giornalista,come un certo Paolo Valenti..dei veri signori dello sport..!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Fosterdato - 1 settimana fa

    Al cospetto di quelli di adesso, un giornalista come De Laurentiis appare come un gigante… Un cronista nel vero senso della parola, professionale, mai sopra le righe… R.I.P.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Eziogòl - 2 settimane fa

    Quando il calcio era bello, veniva commentato anche da belle persone. Riposi in pace.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. TOBIA - 2 settimane fa

    Riposa in pace.Quando il calcio era passione, emergevano personaggi come Lui, che raccontavano in modo neutrale tutto quello che era il contenuto di un evento sportivo, con meriti e sfumature degne di un giornalista. Adesso sono solo piccoli uomini a servizio del Re denaro, anche perchè non sanno fare altro che seguire il loro padrone e strisciare ai loro piedi. Ciao Grande!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy