Caso Anna Frank, Lotito: “Non può pagare la Lazio”

Lotito: “Siamo stati vittima di un linciaggio mediatico mondiale, invece adesso nessuno parla delle vignette con la povera ragazza che ci dice ‘pippe’ dopo la sconfitta di sabato scorso”

di Redazione VN

Ieri sera il presidente della Lazio Claudio Lotito, ospite d’onore a un convegno d’avvocati, è tornato a parlare della vicenda Anna Frank (parole tratte da cittaceleste.it):

Siamo stati vittima di un linciaggio mediatico mondiale, invece adesso nessuno parla delle vignette con la povera ragazza che ci dice ‘pippe’ dopo la sconfitta di sabato scorso. Questa è goliardia, la nostra razzismo. Io ha fatto una battaglia contro i tifosi che non rispettavano le regole, ma adesso non si può accusare un gruppo che, prima di Nizza-Lazio, spontaneamente ha fatto un comunicato contro i buu razzisti. Lo stesso che ha deposto un mazzo di fiori nel luogo dell’eccidio dell’Isis. Col Cagliari ho indetto una giornata contro il razzismo e 13 ragazzini, che non sanno manco che hanno fatto, su 40mila persone hanno appicciato le figurine di Anna Frank. E’ assurdo che debba pagare la società per atteggiamenti fuori dall’attività sportiva, la responsabilità oggettiva va rivista.

vnconsiglia1-e1510555251366

Lotito sulla visita alla Sinagoga: “Famo sta sceneggiata… “

“Hitler tifa Arezzo, Anna Frank tifa Siena”. La scritta sul muro

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. il nipote di viola - 3 anni fa

    brutto sudicio fascista come i tifosi laziali. intrigante, scorretto lui e tavecchio in comunella. se tu avessi dignita` offriresti tu di pagare per far capire al mondo degli idioti che offendere noi e` puro razzismo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy