Casellina, rissa e dodici squalificati. Il Presidente li ‘punisce’ con il volontariato

Casellina, rissa e dodici squalificati. Il Presidente li ‘punisce’ con il volontariato

L’episodio è avvenuto durante la gara del campionato Juniores tra Casellina e Fortis Juventus

di Redazione VN

L’obiettivo è trasformare vergogna la sportiva in un’occasione per tutti. «Non doveva succedere, non deve risuccedere», commenta Giovanni Bellosi, Presidente del Casellina, società del panorama fiorentino. Durante la partita tra la formazione Juniores dei biancorossi e la Fortis Juventus, a cinque minuti dal termine, l’arbitro ha sospeso il gioco in seguito a una rissa avvenuta tra le due squadre. Spinte, pugni, calci. Il Giudice Sportivo è stato severissimo: ventiquattro calciatori squalificati, dodici per parte. Le società entrano in contatto, la Fortis Juventus si tira indietro. «Di fronte a queste cose non si può essere indulgenti, dobbiamo dare un messaggio educativo», ha spiegato Bellosi ai microfoni della Rai. La società ha comunicato ai ragazzi che dovranno fare volontariato con una squadra di disabili che gioca a hockey. «Ci siamo pentiti, rendendoci conto di ciò che abbiamo commesso», hanno dichiarato alcuni ragazzi.

Violanews consiglia

Dal Centro Sportivo: testa a testa Simeone-Gerson (con un favorito). In difesa…

 

 

 

 

 

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. rudy - 6 mesi fa

    Mi sembra che Marotta voglia scimmiottare la Juve facendo il duro, ma il background mi sembra diverso. A Torino agiscono quasi sempre sotto traccia e mai allo scoperto in questo modo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gerber - 6 mesi fa

    gli’è morto il cane, non s’è ripreso, poerino!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Staffa - 6 mesi fa

    …e questo lo paragonavano a Batistuta???? vahiavahia…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy