Calamai: “L’assenza dei leader ha affossato la Fiorentina. Giocatori viziati”

La prestigiosa firma de La Gazzetta dello Sport analizza le difficoltà viola

di Redazione VN

Luca Calamai è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno Toscana:

La dirigenza di Commisso è sempre stata diretta e sincera nei confronti dei tifosi. Per questo gli va reso merito. Dal punto di vista sportivo invece le cose cambiano, questa non è una squadra. Non c’è alchimia, ora abbiamo bisogno di certezze. La mia più grande preoccupazione è che Ribery possa aver staccato la spina, l’unico giocatore che può alzare il livello. Tuttavia Pradè mi ha rassicurato in merito. Quando salta qualcosa, e non ci sono i punti di riferimento, è difficile. Nel calcio di oggi il centravanti sposta gli equilibri e rende bella una squadra che magari non lo è. La Fiorentina non ha un centravanti. La perdita di Chiesa ed i problemi fisici di Ribery e Pezzella hanno affossato tutto. Adesso dobbiamo prendere atto che gli errori sono stati riconosciuti ed almeno fino al mercato di gennaio aspettare. I giocatori evidentemente in passato sono stati viziati da eccessivi complimenti. Alcune grandi società non riescono a pagare gli stipendi tutti i mesi, mentre la Fiorentina è sempre puntuale. Considerato anche questo, mi sembra assurdo vedere calciatori demotivati o non entusiasti. Gli alibi sono finiti.

 

Poesio: “Preoccupato da una frase di Commisso. Se togli lo stadio, cosa resta del suo progetto?”

Pin Prandelli, getty

 

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Larry_Smith - 2 mesi fa

    Abbiamo gente come Ribery, Callejon, Bonaventura, Caceres, Pezzella, che hanno giocato rispettivamente nel Bayern, nel Napoli, nel Milan, nella Juve e nel River Plate, oltre che nelle loro nazionali. Forse non è il leader il problema…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Sblinda - 2 mesi fa

    Credo che tutti dovremmo un pochino smetterla di parlare ogni giorno della crisi e dei singoli.
    Questa è la situazione, capisco che si debba pur parlare per campare, ma ogni due giorni leggiamo le stesse persone con gli stessi concetti.
    In B nel caso ci va, meritatamente, tutta la baracca. Tifosi, giornalisti, dirigenza e squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Paolo - 2 mesi fa

    Questa analisi del momento del giornalista Luca Calamai mi sembra giustissima, però lui non deve dimenticare che a fine mercato era molto soddisfatto di quanto era stato fatto nella campagna acquisti estiva.

    La maggior parte dei tifosi, però, non era dello stesso avviso, visto che i voti che avevano dato erano in maggioranza dal 4 al 5 (io personalmente ricordo soltanto che avevo dato 5 e non 4, ma soltanto per non infierire).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Bottegaio - 2 mesi fa

    Cose mai viste!
    Stampa e Dirigenti contro la squadra.
    Lo scarica barile.
    Spero che la squadra, costruita dagli errori dei dirigenti, gli si rivolti contro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy