Calamai: “Ecco la vera offerta fatta a Gonzalo. Tello? Meglio salutarlo e puntare su Chiesa”

Calamai: “Ecco la vera offerta fatta a Gonzalo. Tello? Meglio salutarlo e puntare su Chiesa”

“Non vincendo contro Palermo e Sassuolo si rischia di vivere 6 mesi di niente. Berna? Credo rimarrà ancora un altro anno”

di Ruggero Rogasi, @RuggeroRogasi

Il giornalista de La Gazzetta dello Sport, Luca Calamai, ha parlato ai microfoni di Radio Blu: “Come si possono riprendere 8 punti alle squadre che ci stanno sopra e che sono in forma molto positiva? Oggi bisogna sperare che vinca la Juventus per fermare l’Atalanta, quella che forse è più alla portata. Dobbiamo battere il Palermo e poi il Sassuolo, per poi giocare con Lazio, Napoli e Genoa. Non vincendo le prime due si rischia di finire nella zona grigia della classifica e di vivere 6 mesi di niente.

Sousa? Non credo resterà a Firenze anche l’anno prossimo. Se Montella fosse rimasto a Firenze, Bernardeschi se ne sarebbe andato, i loro rapporti erano ai minimi termini. Anche Chiesa è stato lanciato dal portoghese. Per questo è stato bravo come allenatore e figura aziendale.

Sul rinnovo di Gonzalo sembra che qualcosa non torni. Le cose sono due: o il procuratore fa il suo interesse, e quindi Gonzalo dovrebbe allontanarlo, oppure significa che è già in procinto per firmare per un’altra squadra, ma a questo punto non vai a dire quelle cose sulla Fiorentina. So con certezza che Corvino ha offerto 1 milione e 300.000 euro annui più bonus, per due stagioni.

Badelj? E’ un giocatore determinante, ma se a gennaio la Fiorentina navigherà a metà classifica potrebbe esserci la cessione. Tello? Sono deluso, quasi arreso. Di questo passo meglio salutarlo e puntare davvero su Chiesa. Bernardeschi? Credo rimarrà ancora un altro anno a Firenze, forse sarà l’ultimo in viola. Me lo immagino anche capitano della Fiorentina. Ma sarà importante qualificarsi in Europa League per trattenerlo. Se partirà sarà perché avrà completato la maturazione, per evitare che faccia come Nastasic e Jovetic.

Per lo stadio siamo al passaggio definitivo, la società è sicura dell’investimento e la Mercafir si sta addolcendo. L’importante è partire per investire sapendo quanto andrai a ricavare dalla nuova struttura, anche grazie a nuovi partner azionari”.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. unial5_226 - 3 anni fa

    L’importante è partire per investire sapendo quanto andrai a ricavare dalla nuova struttura, anche grazie a nuovi partner azionari”. Ecco, se si sa mi piacerebbe tanto conoscere l’ammontare del doppio acchiappo; prima gli annessi e connessi che vanno sotto il nome generico di “stadio” poi la vendita della società.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. daddo - 3 anni fa

    Comunque questo progettino dei fratellini sta andando benino… un futuro raggiante

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy