Alta tensione Torino: i tifosi granata contestano Cairo, incontro con la squadra

Terzultimo posto e squadra in piena crisi di nervi: finiscono tutti sotto accusa, ma il principale obiettivo della tifoseria è il presidente Cairo

di Redazione VN

Nervi a fior di pelle in casa Torino. Alla ripresa odierna dei lavori al Filadelfia – riporta gianlucadimarzio.com – era presente qualche centinaio di tifosi davanti ai cancelli: contestazione rivolta principalmente nei confronti del presidente Urbano Cairo, additato come principale responsabile del terzultimo posto in classifica, e richiesta di parlare con la squadra. Lancio di fumogeni e cori contro la dirigenza. La protesta è durata diversi minuti ma alla fine la richiesta è stata accolta: i tifosi hanno potuto parlare con i giocatori, che hanno interrotto l’allenamento. “Noi in B non vogliamo più tornare”, il messaggio. Erano tutti presenti: dai giocatori a Giampaolo, dal team manager Moretti a Vagnati.

Urbano Cairo

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Eziogòl - 2 mesi fa

    Fa piacere che lì abbiano ancora una tifoseria e non una succursale di (forza)italia viva(morta)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy