Il lapsus di Rebic: segna e non esulta… ma confonde l’ex squadra [VIDEO]

Il croato ha punito il Werder Brema, scambiandolo con il Lipsia

Giocare contro una squadra senza saperlo? È il destino che Ante Rebic ha dovuto affrontare lo scorso 26 gennaio, quando l’Eintracht Francoforte ha affrontato il Werder Brema nella ventesima giornata di Bundesliga. Un pareggio per 2-2 sempre in discussione, grazie anche alla rete dell’ex Fiorentina: dopo il gol del parziale 1-1, l’attaccante croato non ha esultato, nonostante il dribbling al limite dell’area e il conseguente mancino in rete fossero deliziosi. L’ufficio stampa della società teutonica – racconta la Bild – ha informato che il giocatore non avrebbe esultato poiché pensava di affrontare il Lipsia, sua ex squadra, e non il Werder Brema. Le divise sono completamente diverse, la gara contro il gioiellino Red Bull è fissata per il 9 febbraio: insomma, non era facile, ma Rebic ci è cascato.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Etrusco - 1 mese fa

    No vabbè via ma di che si parla?
    Menomale che almeno questo ce lo siamo tolto dai 4 passi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Larry_Smith - 1 mese fa

    Gesto rivelatore della falsità di questo tipo di atteggiamento

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy