Neanche gli Ufo fermarono Fiorentina-Pistoiese nel 1954

Neanche gli Ufo fermarono Fiorentina-Pistoiese nel 1954

La vera storia della gara con gli ufo in cielo e i “marziani” in campo

di Roberto Vinciguerra, @RobWinwar

Quest’oggi la Gazzetta dello Sport ha scritto quanto segue “Come motivo di sospensione di una partita, tuttavia, il record spetta a Fiorentina-Pistoiese del 24 ottobre 1954, gara valida per il Campionato Riserve. Non c’entra la neve, né la pioggia, né il vento. Qui scendono in campo agenti paranormali: gli Ufo. Alle ore 14.20, nel cielo di Firenze, si vedono distintamente volare almeno 20 oggetti non identificati. Il pubblico sgrana gli occhi, i giocatori pure e l’arbitro non può fare altro che dichiarare chiuso l’incontro”.

In realtà le cose non andarono proprio così…

Prima di tutto la gara si disputò mercoledì 27 ottobre 1954 e non domenica 24 ottobre (giorno in cui la Fiorentina colse un bel successo esterno in Serie A a Ferrara per 3-1). Inoltre va detto che si trattava di una gara amichevole e non valida per il campionato “riserve” (e, in tal caso, sarebbe stata valida per il campionato “Cadetti”, che cominciava, tra l’altro la settimana successiva). Poi, sempre per la precisione, dobbiamo evidenziare come la partita venne, sì momentaneamente sospesa, ma per essere, poi, conclusa regolarmente con il punteggio di 6-2 per i gigliati. Anche sull’orario indicato dalla Gazzetta dello Sport possiamo nutrire dei dubbi, in quanto la gara venne momentaneamente sospesa verso la fine del primo tempo (che non poteva certo essere alle 14:20, visto che la partita era cominciata verso le 14:30). Anche il numero degli oggetti volanti non identificati, che le cronache dell’epoca riportano come come “presunti dischi volanti”, non corrisponde ai report di quella gara in quanto si parla di 2 “Ufo” e non 20 come riportato dalla rosea.

Per completare la cronaca, ricordiamo che la gara amichevole andò all’intervallo sul punteggio di 2-2. Nel secondo tempo i viola andarono a segno 4 volte, dimostrando, in previsione per la gara contro l’Udinese, una condizione decisamente buona (tant’é che l’undici di Bernardini annientò anche i bianconeri per 3-1, portandosi al secondo posto in classifica).

Chiudendo con un pizzico di ironia, potremmo dire che, quel 27 ottobre 1954, i veri “marziani” avevano la maglia viola e correvano sul prato del Comunale di Campo di Marte…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy