I numeri: le soste portano fortuna alla Fiorentina

I numeri: le soste portano fortuna alla Fiorentina

Cinque vittorie di seguito per la Fiorentina dopo le pause del campionato

Commenta per primo!

Come scrive La Nazione, la Fiorentina ha vinto 5 volte su 5 dopo una pausa per gli impegni delle nazionali e dopo la sosta natalizia.

Durante questa stagione la squadra di Pioli ha già ottenuto due successi nelle due gare le gare dell’Italia (contro il Verona al ‘Bentegodi’ e in casa contro l’Udinese). I risultati positivi consecutivi ottenuti dai viola, sotto questo aspetto, sono addirittura 10, visto che, dal pareggio interno contro l’Empoli il 22 novembre 2015, la squadra viola non ha mai perso al rientro in campo dopo la pausa (serie A e coppe comprese). L’ultima sconfitta patita dalla Fiorentina risale al 18 ottobre 2015, all’indomani di Italia-Norvegia 2-1, quando la squadra di Sousa, capolista solitaria, perse 2-1 a Napoli.

C’è però il rovescio della medaglia. Infatti, i sei punti conquistati in trasferta dalla Fiorentina, nelle sei gare esterne viola potrebbero essere considerati un buon bottino, se non fosse che i nomi delle uniche due squadre sconfitte a domicilio rispondono a quelli di Verona e Benevento, cioè squadre con rendimenti interni fra i peggiori del campionato. Il fatto che la squadra di Pioli possa vantare, nonostante tutto, un bilancio positivo sotto l’aspetto sia dei gol segnati che dei gol subiti lontano dal «Franchi» non deve trarre in inganno sulla reale importanza che hanno avuto, ad esempio, le 10 reti segnate in trasferta. I viola in questa speciale classifica sono il sesto miglior attacco «esterno» del campionato.

Nell’economia dei risultati finali, infatti, solo 2 gol sui 10 realizzati (il 20% quindi) si sono rivelati poi essenziali, a differenza dei 6 sugli 8 presi (75%) che hanno condizionato in maniera determinate l’esito della gara. Da evidenziare, sempre in questo contesto, il fatto che, nel corso del 2017 la Fiorentina abbia vinto solo cinque gare in trasferta e contro squadre di medio-basso profilo (Chievo, Pescara, Crotone, Verona e Benevento). E la Spal non lotta certo per lo scudetto.

 

VNCONSIGLIA1 leggi anche

– La Svezia si conferma la nostra “Bestia nera”. Nel 1983 ci negò, anticipatamente, anche l’Europeo
– Ranking FIFA – Il pareggio contro la Svezia fa salire di 3 posizioni l’Italia
– Italia, anno zero. Hanno fallito squadra e classe dirigente. Il cambiamento è indispensabile
– Nel 1983 la Svezia estromise l’Italia dalla fase finale dell’europeo
– 
Tra stadio e Chiesa: aria di ritorno per Andrea Della Valle
– 
Chiesa, vicino il rinnovo del contratto. Scadenza allungata di un anno
– 
Pezzella, pronto il riscatto. Ma l’Inter prepara l’offerta

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy