2001-2019, i 18 anni consecutivi più avari di gioie della storia della Fiorentina

2001-2019, i 18 anni consecutivi più avari di gioie della storia della Fiorentina

Anche fra il 1975 ed il 1993 la Fiorentina non vinse niente di rilevante, ma arrivarono due importanti piazzamenti in Serie A (in particolare nel 1982, quando la squadra viola sfiorò lo scudetto) ed una finale di Coppa UEFA (l’ultima disputata dai viola a livello continentale), oltre la retrocessione in Serie B al termine del campionato 1992-93

di Roberto Vinciguerra, @RobWinwar

JOVETIC-DISPERATO4-e1348139474403.jpgDal 13 giugno 2001, giorno in cui la Fiorentina si impose per la sesta volta nella sua storia in Coppa Italia, i tifosi viola, che nel frattempo hanno dovuto subire la “mazzata” della retrocessione e del successivo fallimento della società gigliata nell’estate del 2002, non hanno più visto un giocatore gigliato alzare un trofeo.
Nella storia della Fiorentina solo in un’altra occasione la squadra gigliata era rimasta a bocca asciutta per 18 stagioni agonistiche consecutive dopo avere vinto un trofeo: si tratta del periodo 1975-1993, ossia all’indomani del successo della Fiorentina in Coppa Italia (28 giugno 1975) e dalla conquista della Coppa di Lega Italo-Inglese, avvenuta il 10 dicembre 1975.
Nelle 18 annate successive la Fiorentina, come è accaduto recentemente, non riuscì mai ad imporsi in una competizione di alto livello, anche se dobbiamo evidenziare il fatto che nel 1981-82 la squadra allenata da “Picchio” De Sisti sfiorò lo scudetto e due anni dopo, cioé nell’annata 1983-84, sempre con “Picchio” in panchina la Fiorentina si piazzò al terzo posto, senza scordare che nel 1989-90 venne sconfitta dalla Juventus in finale di Coppa UEFA (ultima apparizione dei viola in una finale continentale). Al termine del campionato 1992-93 arrivò anche la retrocessione in Serie B, la prima della Fiorentina nel dopo guerra.
Sotto questo aspetto negli ultimi 18 anni la Fiorentina “attuale”, oltre al successo nel campionato di Serie C2 nel 2003, può vantare, al massimo, una finale di Coppa Italia (persa contro il Napoli nel 2014) ed un 3° posto in campionato sul “campo”, cioé al netto della penalizzazione (2006-07), anche se, ufficialmente, la squadra viola non è mai arrivata prima del 4° posto in questo lungo periodo.
**********************
>>>> LEGGI ANCHE <<<<

Numeri & statistiche FIORENTINA su Numericalcio

Risultati e classifica del campionato “Primavera 1”

COPPA ITALIA PRIMAVERA – Trionfo della Fiorentina
TUTTITALENTI.COM – Le schede dei giovani talenti

Maglie ritirate in Italia

 

 

 

 

Montella parte con 5 sconfitte consecutive. Alla Fiorentina non accadeva dal 2005!

Montella parte con 5 sconfitte consecutive. Alla Fiorentina non accadeva dal 2005!

47 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. fudo77 - 4 giorni fa

    strano, mi sembrava di averlo già letto ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. - - 4 giorni fa

    La faziosità è palese, solo i microcefali di alcuni “tifosi” (quelli che volete ingraziarvi) non la vede.
    Chi come me viene allo stadio dall’83/84, ha visto con i propri occhi i “successi” degli quegli anni passati.
    Caro Vinciguerra scrivi quante volte la Fiorentina si è affacciata in europa prima dell’era Della Valle (numeri non pareri) o quante volte ci siamo salvati alle ultime giornate (sempre numeri, non pareri).
    Fai questi confronti vai, poi se ne riparla.
    Tanto l’importante è fare i “clic” sulle pagine no? Obiettivo raggiunto, bravo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. VaiaVaiaBrodo - 4 giorni fa

      Hai paura di gubbio o sei uno dei tanti che i braccialettini pagano per stare qui a commentare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. - - 3 giorni fa

        Ecco un’altro fenomeno con un commento insensato. Se hai letto io vado allo stadio da 34 anni, sempre abbonato, quindi in ogni categoria in cui siamo stati, a Gubbio c’ero.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. fudo77 - 6 giorni fa

    ARCOBALENI CIFRATI PER TUTTI … !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. fudo77 - 6 giorni fa

    ARCOBALENI VUTURI PER TUTTI !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. salimba - 6 giorni fa

    Attenzione. Non solo non si è vinto niente. Ma non ci abbiamo nemmeno provato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. MARIO T. - 2 anni fa

    Gentilissimo Sig. Vinciguerra, Lei è molto abile nel leggere e proporre i numeri “pro domo sua”, rappresentandoli ultimamente sempre in modo negativo per questa Società.
    E’ vero, i numeri sono oggettivi, ma possono e devono anche essere correttamente interpretati e Lei sa benissimo, meglio di me, che il calcio degli anni precedenti il 2000 è uno sport completamente diverso dall’odierno e quindi imparagonabile.
    Ma vedo che anche altri utenti, meno faziosi Le hanno già spiegato lo stesso mio pensiero.
    Le cose si possono rappresentare in mille modi. Cerchi quindi per il futuro di essere obbiettivo ed evitare titoli senzazionalisti tesi solo a ingraziarsi la solita frangia polemica.
    Mario TINTORI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. salimba - 6 giorni fa

      Ah ah ah ah ah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Mezio Fufezio - 2 anni fa

    Articolo volutamente capzioso, fatto per ulteriormente esacerbare gli animi. Da un punto di vista prettamente matematico e quindi incontrovertibile, questo non può ancora essere considerato come il periodo più lungo senza vittorie o quello con meno vittorie, visto che sono “solo” passati 16 anni mentre tra il 1975 e il 1996 ne sono passati 21. E poco importa se in quel lasso di tempo ci siano stati un secondo posto e una finale di coppa UEFA, anche perché negli stessi 21 si conta una retrocessione, due salvezze all’ultima giornata e svariati campionati al limite tra l’anonimo e la zona retrocessione. Sono purtroppo convinto che questo periodo sia destinato a diventare quello più lungo senza vittorie, perché non credo che da qui al 2022 riusciremo a vincere qualcosa, resta però il fatto che questo articolo non abbia senso adesso e che potrebbe averlo eventualmente tra 5 anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. andre_stark86 - 2 anni fa

    Mmmmmmmmm mi chiedo qual è la costante di tutti questi anni. Chi è arrivato nel 2001 regalandoci parole? Mmmmmmmm non mi ricordo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. vecchio briga - 2 anni fa

    Oltre al non vincere niente, che può anche essere questione di fortuna a volte, ci metterei l’onta più grave della storia Viola, cioè Calciopoli. Non importa che anche altre società facevano lo stesso, la Fiorentina non doveva farlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Antonio da Papiano - 2 anni fa

    Finalmente un articolo che mette in risalto la gestione fallimentare sul piano sportivo dei Della Valle, fatto di cui scrivo da molto tempo. L’unica possibilità secondo me è la cessione del club. Devono andarsene perché non sono capaci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. woyzeck - 2 anni fa

    Finalmente, alla faccia di quelli che blaterano le meraviglie degli anni dellavalliani…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. mops - 2 anni fa

    Non me lo sarei mai aspettato! soloforzaViola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Lk - 2 anni fa

    Questi sono i numeri, poi possiamo parlare di differenze negli anni, campionati più o meno facili, più o meno introiti, ferplay finanziario etc, il dato eloquente è che tra ttt le proprietà non è che ci sia una migliore dell altra, ultimo scudetto 1969, coppa Italia 2001, supercoppa 1999, cioè il vuoto. Quindi di cosa parliamo, dei piazzamenti ?!?! È da decenni che siamo come l Udinese e altre nominate qui sotto, e di certo non è colpa dei Della Valle, hanno seguito l andamento degli altri, ma se poi devo vincere una coppa Italia e poi fallire, bè preferisco non vincerla. I tempi cambiano e spt l economia cambia, questo è il periodo che la squadra per crescere chiede lo stadio, allora meno chiacchiere (dei politici) più fatti. La Juve senza lo stadio nn avrebbe comprato i giocatori che ha, e vinto fino ad oggi, è vero che ogni tnt attinge ai fondi della finanziaria degli Elkan, ma è successo per Higuain, per gli atri no.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Giambo - 2 anni fa

    Erano altri anni, con costi estremamente più bassi. Oggigiorno uno come Batistuta a Firenze ci resterebbe al massimo 2-3 anni, poi vorrebbe andare in un club che gli paga 6-7 milioni l’anno. I grandi club con la storia del FPF e dei diritti TV hanno di fatto estromesso le medie e piccole realtà dal giocarsi grandi traguardi. E’ vero, l’anno scorso c’è stato il Leicester, ma per il resto? Chi ha vinto qualcosa tra le piccole in Italia ed Europa negli ultimi 15 anni? Si parla molto del Siviglia in Europa League e delle Coppe Italia vinte dalla Lazio e dal Napoli, ma quei trofei abbiamo avuto la possibilità di giocarceli anche noi, tra infortuni e sfortune (vedi finale 2014 e semifinale Uefa 2008 che ancora adesso mi fa rabbia pensare come l’abbiamo persa). Dare tutta la colpa ai DV, perché non danno 4-5 milioni ai big invece di venderli, o perché un giocatore sbaglia il rigore decisivo, mi sembra quantomeno ingeneroso. Che negli ultimi due anni abbiano fatto degli sbagli è innegabile, ma sono veramente stufo di sentire che quando le cose vanno bene è merito della squadra e dell’allenatore e che quando vanno male è colpa della società. Si vince e si perde tutti insieme, ma evidentemente a qualcuno piace di più fare la caccia alle streghe che, tra l’altro, sono finite secoli fa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Angel - 2 anni fa

    Poeraccio….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. vecchio briga - 3 anni fa

    Tutto ciò con la proprietà più ricca e potente mai avuta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dellone68 - 2 anni fa

      Esatto. La proprietà più ricca e potente mai avuta. Una proprietà che, quando sente il vento favorevole, non tiene segreta l’idea di formare un movimento politico che possa portare, il signor Diego Della Valle, a lambire i vertici della politica nazionale. Nonostante tutto ciò non abbiamo mai vinto nulla. E mai, temo, vinceremo perché a giudicare dalla politica degli ultimi tre anni, della Fiorentina interessa parecchio poco. Pare la società calimero del gruppo, dove si buttano dentro manager che, in altre società più importanti, non trovano più posto. Chissà davvero qual’è la ragione che induce la proprietà ad indulgere con la Fiorentina. Chissà se mai lo capiremo. Ma con questi si va poco lontano. Come dice il Petri, “il calcio in questo momento è sospeso a Firenze”. Forza viola.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Ghibellino viola - 3 anni fa

    Ciao Roberto, complimenti per l’analisi. Aggiungo una riflessione. Un paio di mesi fa mi divertii a paragonare in termini matematici la media dei piazzamenti delle Fiorentine dei periodi Pontello, Cecchi Gori e Della Valle, limitandomi ad un periodo storico più recente. Non ricordando a mente i dati, notai che il periodo migliore (parlo solo dei piazzamenti in serie A) è stato quello della presidenza Pontello, seguito dal periodo Della Valle, infine il periodo Cecchi Gori. Ti invito a fare un articolo anche basandoti su questi dati, in quanto feci due conti veloci, senza alcuna pretesa “scientifica”. Facendo invece una riflessione sui tuoi dati (e tenendo presente quanto scritto sopra da me) noto che la costanza ad un livello medio alto difficilmente si coniuga con le vittorie, arrivate più in un periodo di alti e bassi come l’era Cecchi Gori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Leo - 3 anni fa

    Aveva semplicemente ragione Montella, non avete una sega presente di qual’è al giorno d’oggi la reale dimensione di Firenze nel calcio! 8 piazzamenti tra le prime 5 in 12 anni di serie A e competizioni europee sempre onorate (non come quando si schizzava fuori al primo turno contro il Tirol Innsbuck!) sono davvero risultati eccellenti per una società che raccoglie le briciole della torta che si spartiscono Juve, Napoli, romane e milanesi. E non sarò lo strafalcione di Ilicic solo davanti a Reina o i rigori calciati male di Liverani e Vieri contro i Rangers, buoni solo per le vostre statistiche fomenta-checche isteriche, a farmi cambiare opinione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. ELROND - 3 anni fa

    ESCLUSIVO ELROND DA I NUMERI.
    Snoccioliamo un po’di freddi numeri per i poco avvezzi ad ascoltare ELROND.
    15 anni.
    In 15 anni:
    -la Juvincente ha vinto 1 campionato di serie B, 5+2 scudetti (record assoluto di 5 scudetti consecutivi con annesso record di punti in serie A), 2 coppe Italia, 5 supercoppe italiane, giocato la finale di Champions, costruito lo juvincente cessum.
    -Il Milan ha vinto 2 scudetti, 1 coppa Italia, 2 supercoppe italiane, 2 Champions, 2 supercoppe UEFA, 1 mondiale per club
    -L’Interstatale ha vinto 5 scudetti, 4 coppe italiane, 4 supercoppe d’italia, 1 Champions e 1 mondiale per club
    -La Roma ha vinto 2 coppe Italia, 2 supercoppe italiane
    -La Lazie ha vinto 3 coppe Italia, 2 supercoppe italiche
    -Il Napulè ha vinto 1 campionato di serie C1, 2 coppe Italia, 1 supercoppa italiana

    -La Fiorentina targata Braccini ha vinto 1 campionato di serie C2, qualche partita vinta contro la Juvincente tipo il 3-2 di torino o il 4-2 di firenze (precedute e seguite da sonore sconfitte censurate dalle lobby leccavalliane, tipo il 5-0, il 3-0 ecc). Inoltre ha perso 2 semifinali di coppa UEFA, tra l’altro con figuracce annesse, vedi il 3-0 col Siviglia, uscita a calci nelle mele dalla Champions, presa a pallate in finale di coppa Italia, presa a pallate dalla juvincente in coppa Italia (più volte), in eurolega, oltre che in campionato. Figure di popò a livello mondiale sparse qua e là. Mercato sempre da poveracci accattoni. Parole al vento riguardo a future vittorie mai realizzate. Lo stadio ancora non si sa se si farà. Un progetto durato 15 anni senza un obiettivo, se non quello di prenderci per il sellino. In tutto questo ci sguazzano i Leccabraccini che mi screditeranno anche di fronte ai numeri parlanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. viola viola - 2 anni fa

      Guardiamo anche in 15 anni quanto ha preso la Juventus dai diritti TV e il resto della serie A compresi introiti uefa per le coppe… forse capiamo chi sono i veri proprietari del calcio in Italia. … (inizia con la A e finisce con la I)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. ELROND - 3 anni fa

    Aspettavo questo articolo più dell’uscita annuale del calendario di Belén!!!
    I Leccavalle, i Leccavalero, i Leccabilancio ecc possono chiacchierare a oltranza di roba tipo il bilancio, le plusvalenze, i quarti posti, le semifinali UEFA, la finale in coppa italia, il 4-2 alla juve, i piedi del valero, le parate del frey ecc, ma la bacheca di Viale Fanti raccoglie solo polvere e 0 (zero: voce del verbo zero titoli) da 15 anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. baroviol_61 - 3 anni fa

    Quali sarebbero le squadre che hanno vinto negli ultimi 12 anni? Ah la Lazio e il Napoli coppa Italia e poi? Non mi pare che abbiano vinto in tanti da quando le tv condizionano i fatturati. Comunque oggi folla da stadio per vedere Buffon e Chiellini, questo spiega molte cose, mancano tanti commenti oggi come mai? Sempre e comunque Forza Viola e Forza Pantaleo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Il sommo poeta - 3 anni fa

    Mi permetto di precisare che il raffronto non è corretto e fatto così potrebbe anche sembrare un pò pretestuoso. Innanzi tutto il periodo di confronto va ristretto a 13 anni: non si possono considerare come risultati negativi i primi due campionati in C2 e in B e probabilmente neanche il primo in A, viste le condizioni in cui lo abbiamo affontato (senza alcuna possibilità di programmazione) e viste la palesi irregolarità emerse con Calciopoli. Quindi sono 12 gli anni da raffrontare con analoghi periodi precedenti, in cui invece i campionati di B sono stati disputati per demeriti propri.
    Quanto alle qualificazioni a competizioni europee bisogna ricordare che alcuni anni fa erano addirittura 8 le squadre italiane che potevano partecipare.
    Se poi consideriamo anche i diritti TV che, come ha ricordato fiorenzosacc_858, hanno fortemente ristretto le possibilità di vittoria a pochissime squadre, si può dire che questo periodo è stato sfortunato, perché non ci ha portato nessun trofeo, ma non è stato negativo, perché siamo stati spesso nelle condizioni di farlo.
    Questo non significa che io mi accontenti dei quarti posti, di finali o semifinali perse; come tutti i veri tifosi voglio vincere o almeno sognare di poter vincere, ma non disprezzo quello che è stato fatto, perché in un ambiente così polemico e prevenuto non vincerebbero neanche club con molte più possibilità economiche delle nostre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. gianni59 - 3 anni fa

    Zitti se no vi rimandano a spalare a Gubbio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Fiorentino doc - 3 anni fa

    Ecco come escono ridimensionati i tanti paladini difensori dei Della Valle. Lo dicono i numeri che non stanno facendo niente di speciale. Il Parma risale come abbiamo fatto noi con un fatturato che è la metà e siamo di fronte a uno dei periodi di 15 anni peggiori della storia del club punto e fine. 9 posto è questa la nostra media con i Della Valle pur avendo avuto un Milan perennemente in crisi. E il bello è che i risultati migliori sono alle spalle insieme agli investimenti più ingenti dei Della Valle. Se non ce li leviamo di torno i risultati peggiori hanno ancora da venire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. antonio69 - 3 anni fa

    a

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Dellone68 - 3 anni fa

    Confermo il commento di Vinciguerra. Quindici anni amari. Ed ancora non abbiamo finito. Se riprendiamo Corvino potremo aspettare altri sette – otto anni prima di vincere una coppa Italia. Non per Corvino ovviamente, ma per il profilo dei giocatori che tratta. Sono giocatori e profili da squadre di media – bassa classifica. Se vogliamo paragonare la Fiorentina all’Udinese o al Lecce allora Corvino è il profilo giusto che fa per noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. fiorenzosacc_858 - 3 anni fa

    sarebbe onesto ricordare la diversità del contesto. Allora le TV a pagamento e gli sponsor non esistevano o erano solo in embrione, e non c’erano quelle differenze economiche che ci sono ora. Era un tempo in cui potevamo prendere Rui Costa e Batistuta e tenerli 10 anni. Oggi non sarebbe possibile. E poi non scordiamoci che siamo falliti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Ivan - 3 anni fa

    Non solo! C’è da aggiungere una forte perdità d’identià e di appartenenza. Ribadisco la personale preferenza delle annate chiuse al 12° posto di fine anni ’80 (con Baggio e Dunga in campo) o le prime stagioni di Batistuta (non proprio esaltanti) ad esempio a questi ultimi 4 anni “di successi” con la gestione Cognigni/Pradè + codazzo di ministeriali al seguito. Per i mediocri arrivare quarti “significa” vincere lo scudetto, non per me. Preferisco arrivare ultimo (evento più unico che raro nella storia della Fiorentina, non parlatemi di Parma o Gubbio per favore!) ma essere un tutt’uno con la squadra e società.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ivan - 3 anni fa

      Questo se mi è proprio preclusa la possibilità di vincere qualche cosa di concreto. Anche se non capisco il perchè una città grande, importante, con un indotto economico non indifferente non possa ambire al titolo italiano. Competitività ottenibile, con una gestione oculata e competente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Barsine - 3 anni fa

        città grande? indotto economico non indifferente?

        Mi citi una città che non ha ancora la stazione dell’alta velocità tra torino e napoli? aspetta si … Arezzo !!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Ivan - 3 anni fa

          Non ti limitare al solo “comune” di Firenze. A 20 km c’è un’altra squadra in A, questo significa che c’è la forza per fare la A da protagonisti. Nessuno chiede di essere competitivi ogni anno di vincere per forza uno scudetto, ma aprire clicli sportivi veri da 5/7 anni si. Per fare questo bisogna avere il coraggio e la competenza di fare delle scelte e non limitarsi a raccogliere plusvalenze ogni 6 mesi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. vb - 3 anni fa

    Ma purtroppo a Firenze ci sarà sempre chi, anche di fronte ai numeri, farà i salti mortali pur di giustificare questa insulsa proprietà di ciabattini…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lorenzo.bandinell_191 - 3 anni fa

      quest’articolo é errato perché nel palmares abbiamo un campioonato in C2 e una promozione dalla B alla A…o forse il merito noné dei DV ma di quello che c’era prima che a forza di ciliegine per i tifosi c’ha fatto vincere il campionato ….di c2…dal 2005 in poi abbiamo solo giocato in Europa più o meno tutto gli anni (post prandelli a parte) solo che prima quando arrivavamo in coppa uefa facevamo i caroselli sui viali ora attaccate gli striscioni la notte sulla recinzione dello stadio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Roberto Vinciguerra - 3 anni fa

        Dal 2005-06 abbiamo giocato in Europa 7 volte su 12 anni (compresa la prossima stagione), ossia il 58% sul totale.
        Negli ultimi 6 anni di AC Fiorentina (cioé dal 1996-97 al 2001-02), tanto per fare un esempio, la Fiorentina giocò in Europa 5 volte, cioé l’83% sul totale.
        Fai tu.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. scocco32 - 3 anni fa

          stai paragonando 10 stagioni a sole 6 stagioni e quelle prima? una retrocessione….bello si e quante semifinali di coppa uefa abbiamo giocato?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Roberto Vinciguerra - 3 anni fa

            Forse ti scordi che nel 1997 abbiamo giocato una semifinale di Coppa delle Coppe (manifestazione decisamente più importante dell’attuale Europa League). Nei 15 anni fra il 1975 ed il 1990, invece, abbiamo anche giocato una finale di Coppa UEFA.

            Mi piace Non mi piace
        2. vb - 3 anni fa

          Roberto, ma gli rispondi anche??

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. baroviol_61 - 3 anni fa

            Dire che la coppa delle coppe era più importante dell attuale uffa non mi pare giusto.
            Partecipano squadre create per la Champions . Pensiero mio voi pensate come volete.

            Mi piace Non mi piace
        3. scocco32 - 3 anni fa

          Quindi pur non avendo vinto ugualmente nulla gli anni di della valle sono inferiori a prescindere, anche se siamo costantemente nelle coppe europee!? Riferendomi a cecchi gori, non so se 2 coppe italia valgono 2 retrocessioni, ma forse si tanto per dare contro della valle…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Roberto Vinciguerra - 3 anni fa

            Ho fatto una valutazione oggettiva basata sui successi della storia della Fiorentina.
            Leggi per bene l’articolo.
            La figura del prevenuto la stai facendo tu.
            Continui a riferirti a Cecchi Gori quando il periodo preso in esame (1975-1990) non c’entra assolutamente niente con la gestione Cecchi Gori.
            Saluti

            Mi piace Non mi piace
          2. BlandoTifoso - 3 anni fa

            Scusa non aver ugualmente vinto nulla di che?

            Con il pazzo Cecchi gori (e sfortuna che morì presto il buon mario l’unico cecchi gori con il sale in zucca)

            Abbiamo vinto 1 coppa italia ed una Supercoppa contro il milan campione d’italia.. queste cose le vedi quando guardi la bacheca dei trofei della società i 4° posti dei DV non li vedi in bacheca!

            Mi piace Non mi piace
        4. baroviol_61 - 3 anni fa

          Sì è dopo un fallimento totale e serie c

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy