I gol con Di Natale, i fischi e la rissa da ex: lo strano ritorno di Muriel a Udine

I gol con Di Natale, i fischi e la rissa da ex: lo strano ritorno di Muriel a Udine

Un rapporto tormentato con Guidolin, la rissa con Danilo: ecco perché Muriel si è lasciato male con l’Udinese

di Redazione VN
Muriel

Il sorriso ritrovato, quello dei tempi migliori. I baci mandati ai tifosi allo stadio, le esultanze, l’abbraccio con Pioli. Luis Muriel nelle prime gare del 2019 con la maglia della Fiorentina sembra rinato, ha ritrovato l’energia e la leggerezza dell’anno magico di Lecce, nella sua prima avventura a Udine, quando in coppia con Di Natale ha segnato 11 reti in 22 partite. Come scrive La Repubblica il destino ha voluto che in questo inizio della sua rinascita, Muriel giocasse contro le sue ex: Sampdoria e Udinese.

Se la prima stagione andò bene, la seconda fu segnata dall’eco delle parole di Guidolin sui problemi di peso che hanno marchiato a lungo il colombiano. E l’accoglienza dei tifosi friulani sarà nuovamente molto calda per lui. L’ultima volta in questo stadio realizzò il calcio di rigore del pareggio ed esultò mostrando le orecchie e invitando con le mani i suoi ex tifosi a continuare a fischiarlo. Una scena che scatenò una mega rissa in campo col colombiano accerchiato dai giocatori avversari e con Danilo che gli mise le mani al collo. Entrambi vennero espulsi. Tanto nervosismo, segno che quel legame coi tifosi dell’Udinese si era spezzato.

vnconsiglia1-e1510555251366

Da Udine a Udine: quante cose sono cambiate in 11 mesi

Europa e Coppa Italia, l’obiettivo della Fiorentina è raddoppiato

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy