Pioli, a Malta per progettare la nuova Fiorentina. Le principali novità

Pioli, a Malta per progettare la nuova Fiorentina. Le principali novità

Un sistema di gioco leggermente diverso, l’ipotesi Hancko, la conferma di Noorgard. Ecco su quali punti lavorerà Pioli nei prossimi cinque giorni

di Redazione VN

È l’avvio alla metamorfosi viola, si legge sull’edizione di oggi di Stadio. Tutto dovrà essere valutato sul campo ma l’idea di partenza è quella di un 4-3-2-1 con Muriel e Chiesa alle spalle di Simeone, pronti a cambiare se l’esperimento dovesse fallire sul campo. Una cosa è certa, per Pioli e i suoi collaboratori il lavoro non mancherà. Unica certezza assoluta è quella di Lafont. Il reparto difensivo è quello che quest’anno sta dando maggiori certezze, ma Pioli sperimenterà anche l’ipotesi Hancko, più “difensore” rispetto a Biraghi e in una Fiorentina che mette in campo sia Chiesa che Simeone e Muriel potrebbe diventare fondamentale.

Sicuramente Pioli proverà a verificare anche la solidità di Norgaard a centrocampo. Gerson, per esempio, centrale o esterno destro non ha mai completamente soddisfatto. Edimilson ha gambe, forza, voglia e predisposizione a lottare però… è anche disordinato e non basta l’attuale Benassi a compensare. Forse proprio Veretout avanzato potrebbe riequilibrare. Con Chiesa e Muriel dietro a Simeone, dobbiamo sempre ricordarci che almeno per il momento a Pioli resteranno delle alternative davvero importanti. Anche il tecnico vorrà vedere i progressi di Mirallas e pure l’eventualità di una resurrezione di Pjaca. Insomma di materiale ce ne sarà e Pioli potrà solo «divertirsi» nel provare a ricostruire una nuova squadra.

Violanews consiglia

Pereira alla Fiorentina? La chiave potrebbe essere Milenkovic

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy