Pezzella e il crollo del reparto difensivo: la Fiorentina senza certezze

Pezzella e il crollo del reparto difensivo: la Fiorentina senza certezze

La Fiorentina ha subito sei gol nelle ultime tre partite: Pioli deve metterci una pezza

di Redazione VN

Repubblica in edicola oggi si sofferma anche sulla difesa della Fiorentina. Nelle ultime due partite, sono stati incassati sei gol: tre contro la Sampdoria e tre contro il Chievo. Ad inizio stagione invece il reparto arretrato era quello che aveva garantito solidità e certezze. Tra appena due giorni a Firenze arriverà la Roma per la sfida di Coppa Italia, nel frattempo Pioli cercherà di recuperare le certezze che ora sembrano smarrite.

Violanews consiglia

B. Ferrara scrive: “Paradosso Fiorentina gioca in dieci e vince. Chiesa-Muriel da sballo”

Benassi para, Mirallas e Ceccherini lo sbeffeggiano sui social

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Lusoviola - 2 mesi fa

    Ieri, specie nel primo tempo si é giocato senza centro campo, il chievo era sempre potencialmente pericoloso, in Quel modo tutte lê difese ballano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Stefano63 - 2 mesi fa

      In parte é vero. Però i goal presi sono frutto di semplici errori individuali e dello stesso giocatore. Nel primo goal Pezzella si perde Stepinski lasciandogli troppo spazio. Nel secondo si fa anticipare netto da Djordevic. In entrambi i casi su cross da destra é fuori posizione. Non sono errori di reparto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. CippoViola - 2 mesi fa

        Hai ragione si è trattato spesso di errori individuali. Pezzella ultimamente ha un pò perso lucidità, ricordo il gol di Quagliarella con lui e Milenkovic che se lo tenevano a braccetto nel mezzo.
        Col Chievo si è perso due volte il giocatore, su cross da destra arrivati troppo facilmente.
        E’ vero però che l’assenza di un centrocampo che filtra a dovere accentua poi gli errori individuali dietro (nessuno e perfetto), troppo spesso gli avversari arrivano tranquilli a stazionare sulla linea dell’area di rigore impallinandoci come piccioni.
        In mezzo manca possesso palla e geometria. Come già ipotizzato dalla redazione il giorno che arrivò di Muriel occorrerebbe giocare sui rilanci e allora tanto vale aumentare di un centrocampista e usare davanti i soli Chiesa Muriel con Simeone in panchina quando Muriel non ce la fa più.
        In mezzo chi mettere? Quelli che abbiamo, dietro Edimilson (visto che Norgaard non convince e Pioli ci crede) poi Dabo/Benassi, Veretout e Gerson nella speranza che inizi a correre palla al piede in verticale e non orizzontale.
        Comunque è tutta teoria, in panchina ci sta Pioli a 1.1mln di stipendio, a sto punto si vincessero tutte 4-3 in dieci mi sta bene anche così.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mario - 2 mesi fa

    Ma come, non avete ancora imparato in questi anni. Ogni volta che fate un articolo su la difesa, affidabile forte, siete puntualmente smentiti. O non sapete leggere i numeri perché non vi rendete conto che a fronte di poche reti prese la difesa balla sempre quando viene pressata oppure portate veramente sfiga

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. vecchio briga - 2 mesi fa

    Per me resta grave non avere un mediano che sia uno in squadra, soprattutto perché si gioca col 433. Un buon mediano aiuta molto la difesa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy