Nuovo stadio, Mercafir ok: ma resta discordanza sui tempi

Nuovo stadio, Mercafir ok: ma resta discordanza sui tempi

L’articolo di Repubblica dopo l’ok dato ieri da Nardella per la Mercafir: la Fiorentina ha iniziato i carotaggi del terreno, ma c’è discordanza sulla tempistica

di Redazione VN

“Un doppio spiraglio di concretezza per il nuovo stadio”, così si scrive oggi sull’edizione fiorentina di Repubblica: da una parte la giunta comunale martedì ha approvato in via definitiva la variante al piano urbanistico esecutivo (PUE) per l’area di Castello con il conseguente spostamento della Mercafir, dall’altra la Fiorentina ha cominciato i carotaggi nella zona dove dovrebbe un giorno sorgere la nuova casa viola. Piccoli passi avanti, per qualche ora le polemiche dei mesi scorsi passano in secondo piano. La Fiorentina conferma che i carotaggi sono un passo concreto verso la realizzazione del nuovo impianto ed è soddisfatta del fatto che il sindaco abbia ribadito che ci sono tutte le condizioni necessarie per portare avanti un progetto che per il club viola rimane fondamentale.

E mentre il Comune si aspetta qualche ulteriore passo avanti da parte della Fiorentina, nei prossimi giorni sono previsti altri contatti tra le parti in cui saranno indicati i tempi di intervento. In ballo c’è sempre la discordanza sulla tempistica per la presentazione del progetto, che i Della Valle calcolano nei sei mesi successivi dall’approvazione della variante (quindi da martedì scorso), mentre per Palazzo Vecchio resta valida l’adozione del giugno scorso, con scadenza dei tempi quindi a fine dicembre”.

 

vnconsiglia1-e1510555251366

Ancora Gerson, rilanciato Pjaca: a Frosinone si torna all’undici base

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. gmasi1971 - 5 giorni fa

    Bada strano che tutto sembra volgere per il meglio con i permessi proprio adesso …strano dato che in primavera si va a votare le comunali

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Up The Violets - 5 giorni fa

      Dietrologia da quattro soldi. Se l’avesse fatto in quella prospettiva, e soprattutto se avesse il (super)potere di accelerare gli iter burocratici in Italia, avrebbe aspettato adesso o avrebbe fatto tutto già da anni, presentandosi alle elezioni con lo stadio già fatto o quasi? Che dice la tua augusta e sempre brillantissima opinione?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bitterbirds - 6 giorni fa

    se lo dice nardella potete dormire fra due guanciali

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy