Natali: “Ronaldo? Come una famosa pubblicità. Nell’arte Astori, Antognoni e Veretout sarebbero…”

Natali: “Ronaldo? Come una famosa pubblicità. Nell’arte Astori, Antognoni e Veretout sarebbero…”

“Come impedire la ronaldizzazione dei bambini? Bisogna insegnargli a perdere”

di Redazione VN

Antonio Natali, storico dell’arte e ex direttore degli Uffizi, ha parlato al Corriere Fiorentino:

Ronaldo? Com’era quella pubblicità che diceva “ti piace vincere facile”? Ecco, per me il calcio è emblematico, una lezione di vita. Come impedire la ronaldizzazione dei bambini? Bisogna insegnargli a perdere. Io ne so qualcosa: sono viola da quando ho memoria e se c’è qualcosa su cui sono preparato, è la sconfitta. Alle mie figlie ho insegnato che la dignità non viene ferita se perdi, ma viene vilipesa se vinci grazie ai soldi e ai privilegi e non ai meriti. A quali modelli penso? Astori, era uno di quegli uomini-esempio da seguire, uno che si fa il mazzo in campo ma sa che il gioco non è tutto nella vita. Nell’arte sarebbe Rosso Fiorentino. Antognoni è il nostro Alessandro Allori, e Veretout il Santi di Tito

 

Violanews consiglia

Accelerazione Pjaca. Scendono in campo i Della Valle: incontro con la Juve

L’arrivo di Sarri e l’alleato Naletilic: finalmente si sblocca Pasalic? L’Atalanta…

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-2073653 - 1 settimana fa

    Chissà che non sia proprio Ronaldo ad insegnargli a perdere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Etrusco - 1 settimana fa

      La “ronaldizzazione” non è dovuta alle imprese di questo calciatore ma ad alcuni genitori che non hanno ben capito che prima c’è lo sport e la socializzazione per il bene del bambino e poi forse in un secondo momento il calcio professionistico.
      A questi genitori direi di stare meno col cellulare in mano e più a parlare con i figli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy