Muriel: “Voglio restare a Firenze anche dopo il calcio. La Coppa? Vinciamo anche per Pioli”

Muriel: “Voglio restare a Firenze anche dopo il calcio. La Coppa? Vinciamo anche per Pioli”

«Abbiamo una grande squadra e questo deve motivarci: con la testa giusta, iniziando bene la prossima stagione, possiamo lottare per i primi posti»

di Redazione VN

Luis Muriel ne è convinto: questo gruppo, questa Fiorentina, resterà unito per molti anni. «Faccio fatica a ricordare uno spogliatoio così, è un valore aggiunto», ha detto a Repubblica in un’intervista uscita oggi sull’edizione nazionale. «Vogliamo vincere la Coppa Italia anche per tutte le persone che hanno lavorato con noi, compreso Stefano Pioli».

Cosa non ha funzionato nel campionato della Fiorentina? A questa domanda Muriel risponde con convinzione: la sua squadra non è inferiore a Torino e Atalanta, dice, e con qualche episodio a favore avrebbe potuto lottare per l’Europa League. «Abbiamo una grande squadra e questo deve motivarci: con la testa giusta, iniziando bene la prossima stagione, possiamo lottare per i primi posti».

A proposito del celebre paragone con Ronaldo, Muriel riconosce di esserne stato distratto in gioventù, ma dice anche che oggi è più maturo e si accontenterebbe di fare la metà di quanto fatto dal Fenomeno. Gli è stato chiesto, poi, se non abbia anche lui la sensazione di poter fare qualsiasi cosa con la palla al piede: «Sì, lo sento in campo. Vedo che quando faccio alcune giocate le difese arretrano mentre su altri miei compagni vanno subito in pressing».

Infine una battuta sul riscatto che Muriel ritiene sicuro, ma non si ferma al presente perché rivela che «Firenze è una città che ti permette di pensare anche a una vita futura. Mi farebbe piacere non solo rimanere adesso e per tanto tempo, ma anche magari viverci dopo il calcio».

Caricamento sondaggio...

Violanews consiglia

Per uno Zurkowski in arrivo c’è un Norgaard in uscita. E anche Hancko e Graiciar…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy