Masi e Folletto: addio alla Fiorentina. Ecco chi potrebbe essere il nuovo responsabile marketing

Masi e Folletto: addio alla Fiorentina. Ecco chi potrebbe essere il nuovo responsabile marketing

Si concluderà dopo poco più di un anno il rapporto di lavoro tra la Fiorentina e Laura Masi

di Redazione VN

Si concluderà dopo poco più di un anno l’esperienza di Laura Masi alla Fiorentina. La dirigente ha curato il marketing da aprile 2017 e dal prossimo consiglio di amministrazione lascerà il suo incarico. Durante il suo periodi di lavoro la manager – scrive il Corriere Fiorentino – ha dato un impulso positivo ai profili social del club. D’altra parte, però, sono venuti meno gli accordi con la Lubiam (società che confeziona abiti aziendali) e soprattutto con la Vorwerk. A partire dalla prossima stagione, infatti, sulle maglie non ci sarà più lo sponsor Folletto che garantiva circa 3,5 milioni di introiti annui al club. Toccherà al suo sostituto trovare un accordo commerciale per garantire risorse alla Fiorentina.

Il maggiore indiziato per ricoprire questo ruolo è Tommaso Bianchini, attuale responsabile del marketing del Venezia Calcio. Per lui si tratterebbe di un ritorno in viola. Dopo essersi laureato alla Luis e aver conseguito un master in Sport management alla Bocconi, aveva già lavorato a Firenze. Dal gennaio 2013 al luglio 2017 si era occupato, per conto dei Della Valle, di pianificazione strategica e di sviluppo. Fu sua l’intuizione di legare la Fiorentina ai quartieri del calcio storico, un progetto portato avanti con Gino Salica. Lo stesso accordo con Vorwerk fu siglato grazie al suo lavoro, così come quello con lo sponsor tecnico Le Con Sportif.

vnconsiglia1-e1510555251366

Attacco, conferme sicure solo per Chiesa e Simeone. Si lavora per Gabbiadini: le cifre

Fiorentina, rilancio per l’Europa: il piano dei Della Valle

25 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tagliagobbi - 3 mesi fa

    Io dico solo che, se è stata allontanata dopo neanche un anno tanto bene non deve aver fatto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. el_sup - 3 mesi fa

    ora,
    a parte tutti i discorsi e le varie opinioni opinabili o meno…
    sinceramente non credo che, anche se la fiorentina avesse vinto la Champions e esseryc avesse fatto 200 goal, ci sarebbe stata la fila per comprare aspirapolvere da 700 euro venduti direttamente in casa da signori che differiscono dai testimoni di geova solo per la fede.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. el_sup - 3 mesi fa

    basta che nn ci ripropongano le magliette da collegiali :)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Il Viola di Gallipoli - 3 mesi fa

    Risultato prevedibile, non aveva alcuna esperienza in ambiti così diversi avendo lavorato praticamente solo col Milan.

    Bianchini aveva già fatto bene e tornerebbe con una maggiore esperienza.

    Resta però da capire se il problema sia da ricercare nel responsabile marketing o nella società perché, la proprietà e l’amministrazione, dovrebbero conoscere molto bene i manager che scelgono, con tutte le loro qualità e specializzazioni.

    Se non sai quello che puoi raccogliere con la società che guidi, non sei nemmeno in grado di scegliere la giusta figura professionale e questa, per correttezza, dovrebbe dirti subito che stai facendo voli pindarici e metterti la realtà immediatamente in faccia.

    Se le potenzialità sono X e, con certi interventi puoi ottenere X+2, non puoi pretendere X+4 e tu manager non puoi dire che “vabbè ci proveremo” perché già sai, se sei un professionista, che vi state prendendo in giro.

    Credo, a ragion veduta, che fino ad ora sia successo questo: da un lato una presidenza/dirigenza che non ha chiaro cosa può aspettarsi, dall’altra manager deboli che non hanno saputo imporsi o avuto il coraggio di rifiutare l’incarico.

    Se arriverà Bianchini si farà un passo indietro che sarà invece un passo in avanti.

    Fosse la volta buona che hanno capito qualcosa….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. isiraider - 3 mesi fa

    L’ho scritto 14 mesi e credo che meriti una riflessione >

    Si continua a favoleggiare l’area marketing della Viola come se fosse una gallina dalle uova d’oro. Si continua a non capire che il potenziale marketing della Fiore è molto limitato e per rinnovare 7 milioni di contratti in essere ha poco senso acquisire una nuova figura dirigenziale. Cosa si spera di ottenere? Di moltiplicare questi 7 milioni? Di renderli più appetibili perché c’è una remota possibilità di costruire un nuovo stadio con annessi e connessi tra un numero imprecisato di anni? O ci si illude che basti il nome e l’immagine di Firenze per trainare quello della società di calcio verso appetitosi contratti di sponsorizzazione? Ho professato marketing per anni: un prodotto attira se è vincente (la Juve ha 13 milioni di tifosi, vince da sei anni e ha una cinquantina di partner tra main-sponsor e co-sponsor. Noi non vinciamo da 17 anni e abbiamo un palmares sportivo molto limitato e troppo polverizzato nel tempo). Cosa può fare di più questa signora, di quanto non abbia già fatto al Milan o al Bayern? Poi, se era al Milan e al Bayern, quindi in presenza di modelli di business superiori al nostro, come potrà capitalizzare le sue esperienze in un ambiente molto più circoscritto, sia come dimensione che come memoria storica e sportiva? In queste continue sliding doors – che però non coinvolgono mai i personaggi che veramente dovrebbero andarsene e venire – io continuo a leggere solo segnali di grande confusione e debolezza (come scrissi un anno fa a proposito delle conferme del portoghese e del pugliese). Ad majorem violae gloriam !!!! 16.03.2017.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. La senatrice - 3 mesi fa

      Bravissimo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. La senatrice - 3 mesi fa

    Il vento sta cambiando, e in meglio, qui a Firenze. Ricordo ancora quando questa signora, moglie di cotanto marito, venne presentata a Firenze promise mari e monti. Uno dei suoi obiettivi era quello di rilanciare la Fiorentina a livello social. Credo che mai come in questo in periodo abbiamo toccato il fondo. Non so quanti fans era stata capace di farci perdere fino alla morte del nostro Capitano. E poi gli sponsor, l’immagine, il marketing che non esiste. Il folletto se l’è risucchiata. Molto meglio così

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 3 mesi fa

      Scusa senatrice, ma tu ti allontaneresti dalla Fiorentina per colpa della responsabile marketing? Io no, non me ne può fregare di meno del marketing e di chi lo gestisce, con me il prodotto Fiorentina ha fatto centro 38 anni fa quando sono nato. Il tifoso si allontana perché la squadra è entusiasmante quanto la proiezione della corazzata Potiomkin…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bura_709 - 3 mesi fa

        La Potemkin gran film, quando uscì fu entusiasmante, drammatico e epico per davvero.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. 29agosto1926 - 3 mesi fa

        Tu sei ETERNAMENTE LONTANO DALLA Fiorentina sei uno strisciato

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Kewell - 3 mesi fa

    Si ok… Ma gnigni è Corvino invece non li mandano via eh?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 3 mesi fa

      Mi accontenterei del secondo…festeggerei l’evento quasi come uno scudetto!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Gio Cane - 3 mesi fa

    Stasera stapperò una bottiglia. Se ne va finalmente una sanguisuga, una persona che della Viola non interessa nulla. A chi la difende chiedo: mi dite una cosa, una sola cosa, buona che questo “top manager” ha fatto per noi. A parte perdere sponsor è stata brava solo a prendersi meriti non suoi. Facciamo pulizia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 3 mesi fa

      Quelli se dovesse piovere domani danno la colpa alla Fiorentina. Lasciali cuocere nel loro brodo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. user-2073653 - 3 mesi fa

      Pulizia non si può più fare, Folletto se ne va…o ci sponsorizza la Dyson, o è un casino!!! Scherzi a parte, come ho già detto prima, io non sono in grado di dire se e cosa ha fatto la Masi di buono, per cui non mi strappo i capelli dato che se ne va, ma sarei curioso di capire quali sarebbero tutti i danni che ha fatto alla Fiorentina. E poi, Antognoni a parte, sul quale metterei la mano sul fuoco, chi sarebbero le persone, in Fiorentina, alle quali interessa della Viola secondo voi? E mi fermo qua con le considerazioni che rischierei una querela…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Fiorellino - 3 mesi fa

    La Masi a Firenze ha fatto solo danni. E’ stata capace di rovinare un ottimo lavoro fatto negli anni passati mettendo, per esempio, contro i quartieri storici. Ha perso sponsor e non è riuscita a portare un solo euro nelle casse viola. Nelle sue tasche di soldini ne sono entrati eccome, però. Il fatto che sia stata finalmente mandata via è sicuramente un buon segnale. Vuol dire che i DV in futuro vogliono davvero fare le cose come Dio comanda!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 3 mesi fa

      Fiorellino, sinceramente non mi appassiona la vicenda Masi, ma poiché la dipingi come il male assoluto della Fiorentina o quasi (secondo me ci sono dirigenti che hanno fatto e fanno danni ben maggiori…), ci potresti raccontare nel dettaglio quanto dici?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Paolo - 3 mesi fa

    Davvero delle brutte notizie, se una top come la signora Masi, con esperienze e vittorie importanti con il Milan e i bayern ci lascia, se gli sponsor anch’essi importanti ci lasciano, qualcosa vorrà dire o no? Chi mette soldi, vuole un ritorno pubblicitario, per aumentare i ricavi e vendere di più, arrivare ottavi o giù di li a loro non porta niente e ci salutano. Se non rilanciano ma di brutto, la discesa continuerà, in tanti fanno finta di non capire, che da quel tragico 4 marzo, la classifica bene o male si è risistemata, eravamo destinati ad arrivare oltre il decimo posto, altro che storie. In 3 anni, sono stati persi 6000 spettatori di media a partita e qualcuno si stupisce che non troviamo sponsor e anche la pubblicità allo stadio e’ ridotta ai minimi termini. Gli sponsor davvero importanti di legarsi a una società di mezza classifica, non ci pensano nemmeno. Vedremo quest’ipotetico rilancio, aspetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. UNO VIOLA - 3 mesi fa

    E perché è stato cambiato? Aveva fatto buone cose o no?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. ilRegistrato - 3 mesi fa

    Ma come, dopo una stagione da incorniciare (adv) una stagione da 8 (Nardella) lo sponsor se ne va? Sono proprio incontentabili questi sponsor.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 3 mesi fa

      Sei talmente fumato che non ai che i contratti hanno una durata contrattuale. Come mai sei stato 12 giornate zitto ad alla prima sconfitta riappari? I Gobbi non si smentiscono mai

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ilRegistrato - 3 mesi fa

        “I contratti hanno una durata contrattuale” non male come stile italiano, magari bisognerebbe anche dire che i contratti si rinnovano quando c’e’ soddisfazione di entrambe le parti, forse non era questo il caso? Ma no, sono sicuro che gli sponsor sono contentissimi di avere una squadra che arriva ottava e non gioca in Europa, piu’ o meno come quella pubblicita’ che diceva di non andare da Gioffreda… se no con troppa visibilita’ la Folletto non puo’ soddisfare tutte le richieste. Infine la squadra, ho sempre detto che i conti si fanno alla fine e alla fine ora siamo. Ottavi per il secondo anno consecutive, ben al di sotto degli standard storici della Fiorentina, niente partecipazione alle coppe Europee, con poche eccezioni una gran mole di giocatori non adatti alla Fiorentina comprati praticamente buttando via i soldi. Insomma le previsioni fatte a fine agosto sono state confermate in pieno. Finiamo con una canzone di Caterina Caselli “la vertita’ fa male…”

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. 29agosto1926 - 3 mesi fa

          L’Italiano è PERFETTO se sei un analfabeta la colpa non è mia, potrei spiegarti come funzionano i contratti ma non mi va di perdere tempo con I REGISTRATI GOBBI E CERTIFICATI. VAI SUL TUO SITO!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. user-2073653 - 3 mesi fa

      Ma che ci perdi anche tempo? 1gennaio1950 per partito preso attacca offendendo chiunque critica la sua amata società, e sottolineo società, perché della squadra pare gli importi ampiamente una s…, se vince bene, se perde meglio! E non perdere mai tempo a provare a farci un discorso serio o a chiedergli di argomentare le sue opinioni: zero assoluto. E cotanta ottusità si permette di offendere e di dare di gobbo ad altri….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 3 mesi fa

        ALTRO GOBBO CERTIFICATO

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy