La difesa della Fiorentina alla prova di un attacco stellare

La difesa della Fiorentina alla prova di un attacco stellare

Contro il Napoli la difesa della Fiorentina avrà un nuovo esame di maturità. Serve la partita perfetta

Commenta per primo!

La Juventus ha tolto qualche certezza al Napoli, che pensava di poter veleggiare senza scossoni in testa al campionato, dando un’occhiata all’Inter, ma forte di un attacco di primo livello e di una difesa che non aveva mai corso grandi rischi, se non nelle gare di Champions (il City è tra i top club). Le competizioni europee, come noto, fanno casistica a parte e restando in Italia, gli azzurri – scrive La Nazione – hanno sofferto davvero in poche occasioni, però sempre al San Paolo. Già, perché solo contro Inter e Juventus la squadra di Sarri è rimasta all’asciutto (a Verona contro il Chievo l’altra gara a reti bianche). Per il resto solo grandi prestazioni, non hanno mai sbagliato un colpo. In quindici partite gli azzurri hanno segnato 35 reti (2,3 gol a partita) e solo la Juventus ha fatto meglio con 41, compreso il gol di Higuain.

Tutto questo per sottolineare come la Fiorentina si stia avvicinando a una partita che nasconde solo trappole. La sconfitta del Napoli contro i bianconeri non ha certo agevolato il compito della squadra di Pioli, che dovrà affrontare avversari decisi a non perdere ulteriori punti a domicilio. Ammesso e non concesso che la sconfitta di venerdì abbia modificato il modo di approcciare la gara da parte dei partenopei. L’allenatore della Fiorentina lo sa bene e si aspetta un Napoli pronto ad entrare subito in partita, spinto da un’aggressività che potrebbe andare oltre il consueto limite.

La Fiorentina, dal canto suo, dovrà tirare fuori dal cappello a cilindro la partita perfetta. La migliore prestazione della stagione per poter pensare di tornare a casa con qualcosa di concreto che assumerebbe i connotati della grande impresa. I numeri, lo sappiamo, raccontano tanto, ma non tutto eppure danno l’esatta dimensione delle forze. Pioli è orientato a confermare gli stessi undici che hanno fatto risultato a Roma e vinto in casa contro il Sassuolo, tenendo ben presente che la difesa a tre potrebbe essere un’opzione da tirare fuori anche in questa occasione.

vnconsiglia1-e1510555251366

Simeone: “Corriamo come matti per amore della maglia. E io voglio fare più gol dell’anno scorso”

Nazione: osservatori viola in Scozia. Due giocatori del Celtic nel mirino

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy