Ilicic: “Mercoledì sarà una finale di Champions. Fiorentina? Come giocare contro il Bologna”

Ilicic: “Mercoledì sarà una finale di Champions. Fiorentina? Come giocare contro il Bologna”

Le parole dell’ex viola: “Io ho già giocato due finali di Coppa Italia, con Palermo ed i viola. Un match unico per il contorno, lo stadio pieno”

di Redazione VN

Calma olimpica e idee chiare: il nuovo Josip Ilicic si prepara alla semifinale d’andata di coppa Italia contro la sua ex squadra, la Fiorentina, consapevole del valore della posta in palio. A seguire vi proponiamo uno stralcio dell’intervista rilasciata dal fantasista sloveno a Il Corriere di Bergamo: “Per me è una gara come le altre anche perché, a parte Chiesa, che all’epoca era un ragazzino, non c’è più nessuno.

Per me sarà come giocare con il Bologna. Gli stimoli, poi, per una gara del genere, vengono da soli. Io ho già giocato due finali di Coppa Italia, con Palermo e Fiorentina. Un match unico per il contorno, lo stadio pieno. Per me è come una finale di Champions. Ma prima c’è il Toro, una squadra tosta e molto fisica”. NELLE PROSSIME TRE GARE SARA’ UN FRANCHI DELLE GRANDI OCCASIONI

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ottone - 3 mesi fa

    “Finale di Champions”, “come contro il Bologna”…(!!!???)
    Le idee chiare non abbondano, ma non importa.
    Diamogliene 2 o 3 a zero e poi al ritorno si vede.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. CippoViola - 3 mesi fa

    Simpatico come una ruota bucata. Chissà cosa ne pensano quelli del Bologna di questa affermazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Hap Collins - 3 mesi fa

    Simpatico come una spinta pelle scale, come sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Etrusco - 3 mesi fa

    Hai voglia Josip, è come giocare col Bologna solo che contro la Viola ne chiapperete 2-3 di goal.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Giambo - 3 mesi fa

    Ilicic ha dimostrato di essere un ottimo giocatore in piazze piccole (Palermo e Bergamo) ma come ha tentato il salto in una piazza con più pressione (e parliamo di Firenze, che in confronto a Roma e Milano è un cioccolatino da questo punto di vista) ha ciccato, inutile negarlo.
    Quindi caro Josip, ti auguro ogni bene, ma per me rimarrai l’eterno incompiuto, anche se dovessi segnare mille gol con la maglia dell’Atalanta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. danugo_223 - 3 mesi fa

    A essere sinceri potevi aggiungere un memo sulla tua enorme cappellata solo davanti al portiere del Napoli che ci poteva portare al pareggio e probabile poi vincere quella coppa (eravamo anche senza Cuadrado il nostro top player dell epoca), era un Napoli a quel punto gia’ cotto e in 10, caro Frankenstein Jr.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Barsineee - 3 mesi fa

    Ce lo ricordoliamo ancora il goal del pareggio che ti sei mangiato sotto la nostra curva caro Josip. Te ne saremo eternamente grati!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy