Il Cagliari ci credeva, la Fiorentina no. Autostima ai minimi termini

Il Cagliari ci credeva, la Fiorentina no. Autostima ai minimi termini

Una brutta Fiorentina dice addio alle residue speranze d’Europa: adesso c’è solo la Coppa Italia

di Redazione VN

Il Cagliari sculaccia una Fiorentina che non oppone resistenza e mette fine ai suoi sogni europei. Non è bastata la temeraria galoppata disperata di Chiesa, capace di illudere la sua gente provando a riacciuffare partita e stagione, a questo punto appesa al filo della Coppa Italia. Come scrive il Corriere dello Sport – Stadio il tracollo di Bergamo di un paio di settimane fa ha tolto autostima e motivazioni alla squadra, a cui si è aggiunta la grana contrattuale di Pioli. E dire che il Cagliari aveva diverse assenze sugli esterni, ma proprio da lì sono arrivati i palloni palloni-partita, con gli assist di Cacciatore e Lykogiannis per Joao Pedro e Ceppitelli. A poco è servito l’ingresso di Simeone tra i viola. E lo splendido gol di Chiesa se lo porterà via il vento.

vnconsiglia1-e1510555251366

E’ già mercato: che ne sarà di Chiesa, Milenkovic e Veretout

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy