Icardi, assenza a Firenze quasi certa

Icardi, assenza a Firenze quasi certa

Mauro Icardi non ci sarà contro la Fiorentina al Franchi domenica sera

di Redazione VN

Continua a tenere banco in casa Inter la telenovela legata a Mauro Icardi, che da quanto è stato privato della fascia di capitano dalla società nerazzurra, è fermo ai box per una infiammazione al tendine rotuleo. Come detto anche ieri da Spalletti, Icardi dovrà continuare il suo percorso di riabilitazione con lavoro personalizzato pensato dallo staff dell Inter, e come riporta il Corriere dello Sport, sarà praticamente impossibile averlo arruolabile per la partita di domenica sera al Franchi, quando i nerazzurri giocheranno contro la Fiorentina.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Julinho - 3 mesi fa

    A parte che di ciò che succede all’Inter me ne frega proprio il giusto, penso però sia giusto esprimere un concetto.
    Non si discute il valore tecnico del giocatore. Si contesta altro. La testa e la sua personale situazione. Si è accompagnato con una discutibile signora, tale Wanda Nara, che ha dimostrato di essere disponibile a percorrere qualsiasi sentiero a 360° pur di raggranellare il massimo dei quattrini disponibile, possibile e con qualsiasi mezzo. Fa la procuratrice del marito. Ha i titoli per farlo? Ha studiato? O è una starlette senza qualificazione alcuna da Isola dei Famosi? Che usurpa una professione per non per meriti professionali? Va in TV cerca attraverso improvvide dichiarazioni esaltare ma di estraniare Icardi dal gruppo Inter al fine di strappare qualche “centinaio” di euro in più per arrivare alla fine del mese e triare avanti al meglio e garantirsi il bengodi che la circonda, avendo fatto davvero assai poco, ogni giorno. Chiede solo 10 milioni puliti l’anno per il povero Mauro costretto ad andare tutti i giorni alle otto del mattino in fonderia a guadagnare il lesso.
    Naturalmente gli altri compagni di squadra si incazxxxo, la Società anche e gli levano giustamente la fascia da capitano. E lui che fa? Come gli assenteisti del kaiser a 1000 euro al mese si dà malato. Dice che è infortunato senza esserlo (fortunatamente la Società ha dimostrato di non avere la campanella al naso) e dimostra il falso che questo signore ha messo in piedi. In qualsiasi azienda ti fanno un mazzo tanto. M per lui, scoperto, la mitica Wanda ben vestita e molto appariscente versa in TV lacrime di coccodrillo. E questo sarebbe un campione? Sarebbe uguale a Battistuta suo ineguagliabile connazionale?
    Presto, anzi subito, in tribuna a vedere a qualche milione di euro l’anno le partite (a me se mi danno tremila euro al mese le vado a vedere tutte e faccio anche un tifo sfegatato) e poi fuori dalle balle. Uno così non serve a nulla e a nessuno nemmeno se fa 25 reti all’anno. Meglio uno come Simeone che almeno l’anima pulita ce l’ha tutta, che soffre e si impegna davvero, che di certo non sarà un fenomeno ma fa gruppo è onesto e sta nel gruppo.
    Non scomodo Antognoni, ma quando uno è un campione lo è dentro e fuori dal campo. Zanetti a questo signore non ha insegnato assolutamente nulla.
    Da censura!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy