Fiorentina: arriva la prima sconfitta, ma guai a parlare di bocciatura

Fiorentina: arriva la prima sconfitta, ma guai a parlare di bocciatura

Troppo forte il Napoli che ha una consapevolezza che la Fiorentina non può avere. Ma condannare i viola non ha senso

di Redazione VN

L’esame del San Paolo è stato duro, come doveva essere, scrive il Corriere Fiorentino. Troppo forte il Napoli, con una consapevolezza che la Fiorentina non può avere. Condannarla non avrebbe senso.

E’ giusto analizzare i difetti, ma la sconfitta di ieri non deve togliere il sorriso e la voglia di correre. Il bilancio non è male: tre partite, sei punti, con una gara da recuperare.

Alla vigilia Pioli aveva detto che sarebbe andato per giocarsela. In realtà si è visto altro perché la sua squadra ha tenuto una linea bassa. Contenimento e difficoltà a ripartire. Probabilmente una scelta e perché il Napoli ha costretto i viola a giocare così. Ci si aspettava un po’ più di faccia tosta, ma la maturità di squadra non è mancata. Inizialmente la Fiorentina ha ballato, visto il 4-4-2 di Ancelotti, ma poi si è sistemata, anche se di lavoro ce n’è da fare parecchio. Veretout, ad esempio, deve ancora calarsi nel ruolo di regista. Normale.

Il gol è arrivato quando la tormenta sembrava passata. E’ stato un peccato di gioventù. Resta il rammarico per le tante (potenziali) occasioni sprecate. E’ arrivata la prima sconfitta, ma guai a parlare di bocciatura. Sarebbe ingiusto. Così come era sbagliato illudersi dopo le vittorie con Chievo e Udinese. Adesso testa alla Sampdoria.

vnconsiglia1-e1510555251366

Ancora Pioli: “Veretout? Non giocava da 4 mesi, ritmo diverso dagli allenamenti. Pjaca…”

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. juri s - 1 settimana fa

    ed invece già da ieri sera presunti giornalisti, presunti opinionisti e presunti tifosi non fanno altro. complimenti. bravi davvero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy