Finalmente le scuse della SPAL: la battaglia è vinta

Finalmente le scuse della SPAL: la battaglia è vinta

Il Presidente della SPAL si è scusato dopo le dichiarazioni pronunciate nel post-partita

di Redazione VN

Il gesto è arrivato dopo le pressioni. La rabbia e la delusione, del resto, avevano fatto andare su tutte le furie il giocatore, come suo papà Enrico. Ma anche la Fiorentina, tutta. Oltre ai tifosi. Accuse pesanti e false quelle con cui, domenica sera, a Ferrara, il numero uno del club emiliano, aveva cercato di sfogare la sua delusione per il ko contro i viola. Così, dopo le telefonate di scuse, quelle ai dirigenti viola, da Cognigni a Antognoni, il pressing de La Nazione, martedì il presidente della SPAL, Walter Mattioli ha chiamato direttamente Federico Chiesa. «Lunedì avevo parlato con la società Fiorentina – ha spiegato ai microfoni di Sky – e ieri sera, (martedì sera, ndr) anche con il giocatore e gli ho spiegato. Eravamo molto, molto, molto, molto, molto arrabbiati: ho sbagliato a tirare in ballo la Fiorentina che ha fatto la sua partita, una bellissima partita, e il suo capitano. Perché ha giocato come sa giocare e non è stato giusto, come invece ho fatto, parlare di poca serietà».

Violanews consiglia

FOTO – Fiorentina a cena fuori: Chiesa e Muriel pagano il conto?

3 Commenta qui

Annulla risposta

Inserisci qui il tuo commento

  1. woyzeck - 4 mesi fa

    Sempre combattere per la giustizia e la verità, e per migliorare le cose, alla faccia di chi vivacchia, di chi si accontenta a prescindere, di chi tira sempre alla meno e si arrende ancora prima di lottare, che poi sono i veri perdenti… capito cari leccavalle?….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Etrusco - 4 mesi fa

    Hanno preso 4 pappine e pensano che si stato tutto per colpa di un rigore tra l’altro confermato dalla VAR? Penso che troppe squadre di B e da B salgono in A.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Tagliagobbi - 4 mesi fa

    Meglio tardi che mai…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy